02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
TENDENZA

Se la passione per la cucina italiana corre online: boom delle experience su AirBnb

Aspettando di tornare a viaggiare, i turisti di tutto il mondo imparano a cucinare da casa tra lezioni di pasta e vini aromatizzati dal passato

Viaggiare e mangiare fuori. Sono due delle attività più amate dagli italiani, forzatamente in stand by, ormai da un anno, se si eccettua la parentesi estiva. Nell’attesa, nulla e nessuno vieta di guardarsi intorno ed esplorare, almeno online, mete, luoghi e esperienze da fare non appena sarà possibile. Magari iniziando a scegliere la destinazione e l’alloggio. Con tre mete che, secondo le tendenze analizzate dalle “Wish List Wanderlust”, ossia le liste dei desideri di AirBnb, spiccano su tutte: la Puglia, il Lago di Como e la Toscana. Mare, lago, campagna, ma anche arte e, ovviamente, enogastronomia, la prima motivazione che spinge i turisti di tutto il mondo a viaggiare e scegliere il Belpaese. Gli stessi che, costretti a casa, hanno un solo modo per concedersi un assaggio di Italia: il web. Dove fioccano, restando su AirBnb, le esperienze da godere online. Visite virtuali a Pompei, passeggiate alla scoperta di Venezia e dei suoi segreti e, soprattutto, lezioni di cucina. Delle prime dieci esperienze online, ben sette sono a carattere culinario, con i cuochi casalinghi che insegnano, in diretta, i segreti della loro cucina, a gruppi o singoli. Si va dalle ricette di famiglia di Luca e Lorenzo, che, da Lastra a Signa, insegnano i trucchi dei ravioli e di tanti altri piatti, agli gnocchi di Massimiliano, passando per le tagliatelle al ragù di Lucrezia, abbinate ad un’opera litica, altra grande eccellenza italiana. E ancora, le farfalle colorate e il tortino dal cuore caldo di Debora e Fiamma, e poi gli gnocchi e il tiramisù di Giò & Sacha e i vini speziati di Raffaele, archeologo che porta nelle case di tutto il mondo i sapori dell’Antica Roma, del Medioevo e del Rinascimento.

Copyright © 2000/2021


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2021

Altri articoli