02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Sette / Corriere Della Sera

Sette province e due regioni per il prosecco da uve glera ... Produttori e vitigni... Asti e Prosecco si producono da oltre un secolo e hanno conquistato i consumatori di mezzo mondo. L’Asti, a base di moscato bianco, ha una presa di spuma complessa e naturale. Si filtra il mosto e si mantiene a bassissima temperatura. Poi, con i lieviti e gli zuccheri naturali, si fa rifermentare, fino a ottenere uno spumante con 7 gradi di alcol e molto zucchero non fermentato, bloccando il processo con ulteriori filtraggi. Molti sono famosissimi e prodotti da aziende come Gancia, Cinzano e Martini. La Rolls Royce è il De Miranda di Contratto, un Metodo Classico, con rifermentazione in bottiglia. Costa 35 euro. Sono ottimi quelli di Fontanafredda, di Bera de La Caudrina, tutti sugli 11 euro. Con il panettone è un “must”. Il Prosecco, da uve glera, è oggi prodotto in sette province e due regioni, il Friuli e il Veneto. Il cuore della produzione Docg è nelle aree classiche di Valdobbiadene e Conegliano. Ottimi il Vecchie Viti e il Giustino B. di Ruggeri, 18 euro entrambi, il Garnei e il Fol di Bisol, intorno ai 20 euro, come il Grave di Stecca di Nino Franco, e il Cartizze La Rivetta di Villa Sandi a 25 euro circa. Da abbinare a fritture e crudi di pesce.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Pubblicato su

Altri articoli