02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Sette / Corriere Della Sera

I vini della settimana

Minaia 2011 - Nicola Bergaglio

Un grandissimo e italianissimo bianco, che deriva da uve cortese e potrebbe rivaleggiare con molti analoghi vini del mondo, Chablis compresi, costando la metà. Celo propone Gianiulgi Bergaglio. Deriva dalle uve coltivate nel vigneto Minaia di Rovereto di Gavi, forse il vero “premier cru” della zona. Colore giallo chiaro, profumi di cedro, erbe di campo e fiori bianchi, sapore teso, elegante, fresco e delicato. Da bere a 10° con frutti di mare e crostacei al vapore.


Nero di Troia 2010 - Spelonga

Un rosso corposo ma non maturato in legno, perciò particolarmente fragrante. Deriva da uve nero di Troia coltivate a Stornara, tra Cerignola e Foggia. Ha un bel colore rubino intenso e concentrato, classici profumi di amarena e cassis, sapore ricco, corposo, ben equilibrato da un’acidità rinfrescante che ne facilita la bevibilità. Potreste servirlo anche fresco a 16° e abbinarlo a primi saporiti, anche pasta al forno e ratatouille di peperoni, melanzane e patate.


Friulano Rinascimento 2012 - Cantina Produttori

Un bianco piacevole e conveniente, prodotto dalla migliore cantina cooperativa del Friuli Venezia Giulia, che riunisce viticoltori del Collio e dell’Isonzo. Ha colore dorato chiaro, profumi tipici di mandorla fresca e pesca bianca, sapore fresco, piacevole, molto integro e soprattutto non eccessivamente pesante. Un vino estivo non banale, insomma, da abbinare a crostacei e risorto alla marinara, a fritture e antipasti vari, avendo cura di servirlo a 8 gradi.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli