02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
IN DIFESA DELLA BIODIVERSITÀ

“Slow Food è orgogliosa di annunciare che il prodotto n. 5.000 dell’Arca è il miele del Burkina”

Con questo traguardo dell’Arca del Gusto la Chiocciola ha salvato dal rischio estinzione prodotti simbolo della biodiversità del pianeta in 150 Paesi

Slow Food “è orgogliosa di annunciare che il prodotto n. 5.000 dell’Arca del Gusto è il miele di Tapoa”, prodotto grazie agli sforzi e con coraggio per essere utilizzato, oltre che nell’alimentazione quotidiana, in tutte le feste e nella medicina tradizionali, dalla popolazione indigena Gourmantché, nella regione orientale del Burkina Faso, in stato di emergenza per il rischio terrorismo proclamato a fine 2018 in tutto il Paese. “Forte è anche il messaggio lanciato dal fatto che sia il prodotto delle api, il più evidente simbolo dei rischi che stiamo correndo con la sempre più grave compromissione degli equilibri naturali”. Un importante traguardo, con il quale la Chiocciola ha salvato dal rischio estinzione nel suo grande catalogo online i prodotti simbolo della biodiversità del pianeta in 150 Paesi del mondo, raccogliendo le segnalazioni di varietà vegetali e razze animali locali, ma anche pani, formaggi, dolci e conserve artigianali che appartengono alla cultura, alla storia e alle tradizioni locali, e che protegge ogni giorno attraverso la propria rete di soci e attivisti, di contadini, pescatori e raccoglitori di prodotti spontanei delle Comunità di Terra Madre, di esperti e ricercatori che prestano le proprie competenze per difenderli dagli elementi che ne minacciano la sopravvivenza. L’inserimento di un prodotto nel catalogo dell’Arca è spesso un primo passo verso la realizzazione di progetti concreti come quello dei Presìdi Slow Food, che vedono entrare in gioco i produttori stessi, protagonisti di un processo di recupero e valorizzazione.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli