02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

SNACK SUL BANCO DEGLI IMPUTATI NEGLI USA. SECONDO I DATI DI “WHAT WE EAT IN AMERICA”, PUBBLICATI DAL DIPARTIMENTO DELL’AGRICOLTURA AMERICANO, LA PERCENTUALE DEI RAGAZZI CHE MANGIANO “JUNK FOOD” E’ AUMENTATA IN 30 ANNI DEL 20% SALENDO DAL 61% ALL’83%

Snack sul banco degli imputati negli Stati Uniti. La percentuale di ragazzi che mangiano snack è passata dal 61% del biennio 1977-78 all’83% del biennio 2005-06. A svelarlo è un’indagine del dipartimento dell’Agricoltura americano tramite il progetto di ricerca “What we eat in America”. Gli adolescenti arrivano a ingurgitare 526 calorie (ben il 25% del totale giornaliero) solo divorando patatine, merendine e barrette di cioccolata.

L’indagine è stata condotta su 2.115 adolescenti tra i 12 e 19 anni, con interviste fra il 2005 e il 2006. I dati sono stati messi a confronto con la fine degli anni ‘70. In questi trent’anni di storia i ragazzi a “stelle e strisce” hanno cambiato drasticamente le loro abitudini alimentari. Secondo l’indagine, la percentuale di chi apprezza il “junk food” una sola volta al giorno è passata dall’1% all’1,7%, ma è lievitata dal 9% al 23% quella di chi riesce a farne fuori tre o quattro. Nel biennio 1977-78 non mangiava snack il 40% degli adolescenti, mentre nel 2005-06 si è scesi al 20%.

Ma quante calorie aggiungono gli snack nella dieta degli adolescenti? Secondo i ricercatori nel 2005-06 si arriva a 526 calorie, il 23 % del bisogno giornaliero, contro le 300 del 1977-78, ovvero il 14%. Gli snack sono dunque la fonte principale di carboidrati e zuccheri totali assunti quotidianamente dai ragazzi, ma anche, a sorpresa, di vitamina C e E. Merendine e quant’altro sono però poveri di altri nutrienti come proteine, calcio, ferro e potassio. I famigerati snack se associati con assenza di moto e abitudini alimentari sbagliate possono incidere negativamente sul peso.

Secondo le linee guida prese come riferimento dal Dipartimento dell’Agricoltura, gli adolescenti golosi assumono con gli snack più di un quarto del loro fabbisogno di calorie nelle 24 ore, più di un terzo degli zuccheri e un quinto dei grassi solidi.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli