02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
ASTA

Sotto il martello di Finarte 485 lotti di “vini pop” dalle denominazioni top di Italia e Francia

Il 12 e 13 maggio, tra assaggi e degustazioni, bottiglie accessibili che mirano a saziare la curiosità di collezionisti e wine lover
ASTA, BIONDI SANTI, FINARTE, POP, vino, Italia
L’asta di Finarte, a Milano, il 12 e 13 maggio

485 lotti, tra vini dalle denominazioni top d’Italia e Francia e distillati, selezionati in una logica di approfondimento ed illustrazione pratica delle caratteristiche di un territorio o di un produttore, con l’obiettivo di saziare la curiosità del collezionista e del wine lover, non di seguire le mode.
Sotto il martello di Finarte, il 12 e 13 maggio, a Milano - in una vendita all’incanto scandita da degustazioni ed assaggi gastronomici - finiscono così “vini pop”, accessibili a tutti, ma anche tante chicche:
una sei litri di Château d’Yquem 1987 (base d’asta 1.200 euro), una doppia magnum di Solaia di Antinori (base d’asta 800 euro), una bottiglia di Domaine de la Romanée-Conti Marc de Bourgogne 1949 (da 800 euro), due bottiglie di Amarone della Valpolicella Classico 2003 Giuseppe Quintarelli (da 300 euro), sei bottiglie di Brunello di Montalcino 1970 Biondi-Santi (da 300 euro), tre bottiglie di Tignanello 2018 di Antinori (da 240 euro), ma anche il Montepulciano d’Abruzzo di Valentini, Emidio Pepe e Masciarelli, selezioni di Terlano, Gravner, San Leonardo, Bertani e tanti altri (qui il catalogo completo).

Copyright © 2000/2022


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2022

Altri articoli