02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
VINO E SERIE TV

Stranger Things, nel secondo episodio della nuova stagione, lo speciale cameo del Chianti

Il vino toscano al centro di una scena tra Hopper, protagonista della serie seguita da milioni di spettatori, e il maître di un ristorante

“Com’è il vostro Cianti?” “Il nostro Chianti è molto buono...” “Chianti!” “... mediamente corposo, con un accenno di ciliegia” “Grande, chi non ama le ciliegie?” “Perfetto, prenderemmo quello e due bicchieri. Uno per me ed uno per la signora”. Il vino del Chianti conferma il suo successo nel mondo, simbolo di eccellenza e qualità tricolore, e non lo fa in un “luogo” qualunque: lo scambio di battute è tra Hopper, il poliziotto protagonista della serie tv firmata da Netflix Stranger Things, tra le più amate e seguite in tutto il mondo, e il maître di un ristorante di lusso. A dimostrazione che, Oltreoceano e in tutto il mondo, anche chi non ne sa pronunciare correttamente il nome lo conosce, anche la “gente comune” ne ha sentito parlare, e lo ordina per fare colpo e darsi un tono, “e proprio qui c’è tutta la potenza del brand Chianti. Un successo - commenta Giovanni Busi, presidente del Consorzio del Chianti - che non è frutto del caso: il nostro lavoro è stato premiato, è anche così che si aprono nuovi mercati”. Infatti, Stranger Things, giunto alla terza stagione, spopola tra i Millennials, e con oltre 40 milioni di spettatori in tutto il mondo, è di fatto già entrata nell’Olimpo delle serie tv cult, tra le più viste di tutti i tempi.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli