02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
EVENTI

Torna Identità Golose, gli “stati generali” della cucina italiana (28-30 gennaio 2023, Milano)

Il tema dell’edizione n. 18 è “Signore e signori, la rivoluzione è servita”: segno di un cambiamento positivo che sta attraversando il settore
ALTA CUCINA, CONGRESSO, IDENTITA GOLOSE, PAOLO MARCHI, Non Solo Vino
Paolo Marchi e Claudio Ceroni, fondatori Identità Golose

<b>Sono gli “stati generali” della cucina italiana, un’instancabile fucina di idee e dibattiti che mette al centro grandi chef, maestri dell’ospitalità, artigiani, produttori, ma anche esponenti del mondo della cultura, dell’economia e della televisione: al MiCo di Milano dal 28 al 30 gennaio 2023 torna Identità Milano, il Congresso Internazionale di alta cucina, alta pasticceria e servizio di sala, fondato da Paolo Marchi e Claudio Ceroni. Il tema dell’edizione n. 18 promette bene: “Signore e signori, la rivoluzione è servita”, per ribadire, ora più che mai, la sua missione di raccontare il cambiamento e l’innovazione, con un’edizione che vedrà alternarsi sul palcoscenico non solo i grandi protagonisti internazionali ma anche tanti giovani, tutti accomunati da una grande voglia di riscatto.</b>
Identità Golose è sempre stato una realtà mai uguale a se stessa ma pronta continuamente a rinnovarsi, che si è snodata in un lungo periodo di tempo durante il quale non è mai venuto meno il lavoro di ricerca sul mondo dell’enogastronomia italiano e internazionale, sempre con occhio attento all’attualità e ai suoi mutamenti e stravolgimenti. Un’attualità che ha spinto, nel corso degli ultimi mesi, ad una riflessione profonda: in questa situazione, Identità Milano - organizzato come sempre insieme a Magenta Bureau - vuole farsi testimone e portavoce dell’urgenza di cambiamento positivo che sta attraversando tutti gli ambiti del settore enogastronomico, attraverso un’edizione che si prospetta “rivoluzionaria”.

Copyright © 2000/2022


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2022

Altri articoli