02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
VINO E PREMI

Tra ricerca scientifica e divulgazione del vino, nelle Langhe è di scena il “Premio Batasiolo”

Il 10 novembre a La Morra. Tra i premiati Luciano Ferraro (Corriere della Sera), Anna Scafuri (Rai 1) e WineNews

Nelle Langhe, in questi giorni, il grande protagonista è sua maestà il tartufo bianco di Alba, che, secondo le ultime quotazioni di “Tuber”, il borsino del tartufo del Centro Nazionale Studi Tartufo, viaggia tra i 3.700 ed i 4.000 euro al chilo. E che, il 10 novembre, sarà al centro dell’Asta Mondiale del Tartufo Bianco d’Alba, al Castello Grinzane di Cavour, in collegamento con Hong Kong, Singapore e Mosca, che sarà guidata da Caterina Balivo, Enzo Iacchetti e Paolo Vizzari, e celebrerà i due “Ambasciatori del Tartufo” 2019, gli chef Massimiliano Alajmo del tristellato Le Calandre di Rubano ed il cinese Yong Zhang, alla guida del gruppo Xinrongji, che mette insieme più ristoranti stellati tra Hong Kong e Shanghai. E, in concomitanza, nella cantina Beni di Batasiolo della famiglia Dogliani (famiglia di imprenditori soprattutto nel settore delle costruzioni, e realizzatori anche della Pedemontana, ndr), sarà di scena il “Premio Batasiolo”, che, con il bando universitario, insieme all’Accademia della Medicina di Torino, sul tema del “Cibo, microbiota e salute”, finanzierà due ricerche sul tema, con un investimento di 80.000 euro (“Potere pro-Infiammatorio della dieta sulla composizione del microbiota intestinale e relazione con la malattia cardiovascolare ischemica” il tema del progetto di ricerca del team guidato dal dottor Andrea Baragetti del Dipartimento di Scienze Farmacologiche e Molecolari dell’Università di Milano, “Valutazione dell’associazione prebiotico-farmaco biotecnologico per il trattamento delle malattie infiammatorie intestinali” il tema del progetto di ricerca del team del professor Carlo Riccardi del Dipartimento di Medicina dell’Università di Perugia). E, per la prima volta, verrà istituito anche un premio che ogni anno andrà a giornalisti che si sono distinti per la divulgazione del patrimonio dei migliori territori italiani, secondo il “Comitato per la divulgazione scientifica delle ricerche”, presieduto da Riccardo Cotarella. In questa prima edizione, i giornalisti selezionati per il Premio sono Luciano Ferraro (“Corriere della Sera”), Alessandro Regoli (direttore WineNews), Anna Scafuri (Rai1) e Pamela Raeli (Food & Travel). Nella premiazione, anche un approfondimento sui temi della salute, del vino e del cibo, dal titolo “Le Langhe fanno bene: vino, cibo e salute”, moderato dal giornalista Nicola Porro, cui prenderanno parte come relatori docenti universitari, e il convegno “Sinergia fra pubblico e privato per la ricerca scientifica”.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli