02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

UNIONE EUROPEA: RIFORMA QUALITA’, NASCE ETICHETTA D’ORIGINE. RAFFORZATI I REGIMI DOP, IGP E SPECIALITA’ TRADIZIONALI. LO COMUNICA IL COMMISSARIO ALL’AGRICOLTURA DACIAN CIOLOS

Dopo anni di attesa la Commissione Europea ha gettato le basi per introdurre l’etichetta d’origine obbligatoria per tutti i prodotti agricoli europei, su iniziativa del Commissario all’Agricoltura Dacian Ciolos.

La definizione di un quadro giuridico specifico per l’etichetta d’origine rientra nella prima proposta legislativa, approvata oggi a Bruxelles, che “rafforza e rende più chiare le regole di qualità esistenti nell’Ue”: dalle denominazioni d’origine e indicazioni geografiche (Dop e Igp) di cui l’Italia è leader in Europa, ad un nuovo regime per le specialità tradizionali garantite (come la Pizza alla Napoletana)”. Ed ancora, la creazione di indicazioni facoltative di qualità come “prima spremitura a freddo” o “allevati all’aperto” che interessano particolarmente l’Italia.

La nuova proposta - tiene a sottolineare Bruxelles - “punta anche a semplificare l’adozione, da parte della Commissione, di norme di commercializzazione, inclusa la competenza di estendere l’obbligo dell’indicazione in etichetta del luogo di produzione, in funzione delle specificità di ciascun settore agricolo”.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli