02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
PAUSA PRANZO

Veloce da preparare, economica, salutare: in pausa pranzo gli italiani riscoprono la “schiscetta”

L’indagine di Veepee svela il trend del pocket lunch: i preferiti sono insalata di riso o di pollo d’estate, e zuppe e torte salate d’inverno
PAUSA PRANZO, SCHISCETTA, Non Solo Vino
Tra gli italiani in pausa pranzo torna di moda la schiscetta

In pieno stile made in Italy, la “schiscetta” torna ad essere protagonista della pausa pranzo di milioni di italiani, stregati dalla sua comodità, oltre che dal risparmio economico e di tempo: questo, sostanzialmente, il trend fotografato da Veepee, agenzia di vendite evento online, che indagando sulle abitudini dei suoi iscritti in materia di pausa pranzo, ha svelato come, nonostante siano riconosciuti i benefici di fermarsi in pausa pranzo, il 72% degli intervistati non ha dubbi e sacrificherebbe questo momento per guadagnare un’ora di libertà e fuggire prima dal lavoro. Un desiderio che, al rientro dopo la pausa vacanziera rischia di essere ancora più irrefrenabile con l’estate in piena esplosione. Ed ecco quindi che entra in gioco il pocket lunch, o anche detta schiscetta, che non è più soltanto una necessità, ma una scelta precisa, salutare e un’autentica tendenza dalle molte sfaccettature. Il 66% afferma di scegliere il pranzo al sacco per mangiare in maniera più sana, mentre il 29% lo sceglie per il risparmio economico. I cibi preferiti dello schiscia master sono facili e veloci da preparare, come il riso freddo e insalata di pollo d’estate, mentre d’inverno via libera a varianti di zuppe e torte salate. Un altro trend amato dagli Italiani, soprattutto da quelli che lavorano in città, intercettato da Veepee, è il food delivery: il 15% degli intervistati non sa rinunciare a questo piccolo lusso quotidiano e dichiara di ordinare il pranzo da asporto almeno una volta a settimana.
Schiscetta a parte, una buona parte degli intervistati, il 62% preferisce comunque staccare del tutto dal lavoro, e passare la pausa pranzo in compagnia di famiglia ed amici, per evitare di portarsi il lavoro a tavola. E non manca chi usa la pausa non per mangiare, ma per fare sport (21%), o prendersi cura di se stessi, dal parrucchiere o dall’estetista (13%) o per cercarsi un nuovo lavoro e fare colloqui (7%).

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli