02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Ventiquattro/il Sole 24 Ore

Merlot e cabernet sui colli di Bolgheri ... Nel pianeta vino continuano a correre notizie poco confortanti sulla recessione dei consumi. Non tutte le produzioni avvertono questo calo. Sicuramente non subiscono la crisi i vini d’alta gamma come Petrus, Lafite, Monfortino, Masseto, Sorì Tildin, La Tâche, Richebourg o Sassicaia, anzi proprio in questi momenti rafforzano la loro immagine fatta dalla qualità e dalla fama conquistata nel tempo. Ne ho prova dalle richieste provenienti da paesi che iniziano a conoscere l’eccellenza come Cina, India e Russia. A conferma, un’asta battuta da Sotheby’s a Hong Kong ha più che raddoppiato le quotazioni iniziali dei preziosi lotti, raggiungendo la ragguardevole cifra di 6.400.373 dollari e registrando un aumento dell’80 per cento sulla stima massima. Il pianeta vino non è fatto solamente da etichette storiche ed emblematiche, ma fortunatamente anche da nuove aziende cresciute negli ultimi trent’anni per merito di produttori orgogliosi e volenterosi. Fra queste, la recente Tenuta Argentiera a Donoratico nella Doc Bolgheri, proprietà degli imprenditori fiorentini Corrado e Marcello Fratini e del marchese Piero Antinori. Nei sessanta ettari di vigneto altamente specializzato sono state prodotte, nell’ultima annata, circa 400mila bottiglie, in tre tipologie di rossi basati sul cabernet sauvignon e percentuali variabili di franc, merlot e syrah. Il vino Argentiera è il top di questa azienda, accettato nella lista dell’Enoteca per l’elegante carattere che esprime note aromatiche di liquirizia e cassis con importanti sentori floreali. Al palato è avvolgente e presenta un finale fresco, con tono minerale che rafforza la persistenza aromatica e lo fa distinguere. Serviamo l’annata 2004 abbinandola al piccione in tegame con fragola sarda all’acciuga.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli