02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Ventiquattro / Il Sole 24 Ore

Vino ... Barolo Precristina, trama setosa al giusto prezzo... A partire dagli anni Ottanta, l’euforia finanziaria ha spinto gli investimenti verso il mondo del vino. Così questo settore ha ricevuto notevoli benefici anche attraverso la scoperta e rivalutazione di territori e prodotti altrimenti relegati a consumi locali e a scarso protagonismo. Il mercato ha accolto con curiosità ed entusiasmo le tante nuove etichette dalle quotazioni sempre più elevate. Sono nate così costose realtà riconosciute internazionalmente come Pingus, prodotto nel Priorato in Spagna, Screaming Eagle, progettato nella Napa Valley in California e Redigaffi, pensato a Suvereto in Maremma. In Italia i vini della Langa sono stati particolarmente premiati da questa situazione e aziende come Gaja, Giacomo Conterno o Roberto Voerzio hanno contribuito alla notevole crescita d’immagine dei vini di tutta la Penisola. I loro prezzi erano e sono al vertice delle quotazioni italiane, ma ben al di sotto dei top francesi, i cui valori rimangono sicuramente più elevati malgrado siano scomparsi i gap qualitativi.
Oggi gli appassionati non sono diminuiti, ma gli acquirenti sì e hanno successo quei produttori che si inserirono nel mercato con prezzi equi. Ne è un esempio Domenico Clerico con il suo Barolo Percristina, la cui annata 2001 attualmente viene proposta all’Enoteca abbinata alla guancia di vitello glassata al tartufo nero, con purea di topinambur e filoni di vitello fritti. Questo vino mi convince per le eleganti espressioni olfattive che inizialmente esprimono netti sentori di frutti rossi, dal lampone alla marasca, fino a un prepotente mirtillo: percezioni che si evolvono donando note di spezie e leggera vaniglia. La trama è setosa, grande la corposità e affascinante la persistenza aromatica. Un vino su cui puntare, insomma.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli