02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
IL PROGETTO

Vino e solidarietà: nasce ad Ascoli il Falerio Doc firmato da Angela Velenosi e L’Orto di Paolo

I protagonisti sono i giovani del Centro Diurno Socio-Educativo per l’Autismo e la “Signora del Piceno” che ha aperto i suoi vigneti per la vendemmia
FALERIO DOC, MARCHE, ORTO DI PAOLO, SOLIDARIETÀ, VELENOSI, Italia
La bottiglia del Falerio Doc de L’Orto di Paolo e Angela Velenosi

Vino e solidarietà, un binomio che sovente si incontra, grazie ai produttori, per dare vita a progetti sociali interessanti e nel segno dell’inclusione e del rispetto per il territorio. Una bella storia arriva dalle Marche e, precisamente, da Ascoli Piceno. I protagonisti sono il Centro Diurno Socio-Educativo per l’Autismo L’Orto di Paolo, struttura con valenza terapeutica gestita dalla Cooperativa Sociale Pa.Ge.F.Ha Onlus, che opera a sostegno di soggetti affetti da disturbi dello spettro autistico o con gravi problemi cognitivi e di comunicazione, e Angela Velenosi, la “Signora del Piceno”, fondatrice di Velenosi Vini, da sempre attenta a comunicare i valori del proprio territorio attraverso i propri vini ma anche sensibile al tema dell’inclusione sociale e del sostegno alle categorie fragili. Da questo sodalizio è nato il Falerio Doc in edizione limitata, vino firmato da L’Orto di Paolo, imbottigliato da Velenosi Vini e nato grazie alla vendemmia realizzata da alcuni degli ospiti della struttura, il cui ricavato sarà interamente devoluto al Centro.
Angela Velenosi ha aperto a L’Orto di Paolo i propri vigneti affinché alcuni ragazzi potessero partecipare gli ultimi giorni di settembre alla vendemmia, con i giovani che hanno dato libero sfogo alla propria creatività realizzando anche l’etichetta. “Quella de L’Orto di Paolo - spiga Angela Velenosi - è una realtà d’eccellenza ascolana che conosco da tempo e di cui ho sempre apprezzato le iniziative. Quando si è presentata l’opportunità di contribuire concretamente alle loro attività ho subito pensato di accogliere alcuni degli ospiti della struttura e farli partecipare alla nostra vendemmia, permettendo così loro poi di produrre un proprio vino, il Falerio Doc Edizione Speciale. Questa bottiglia, che speriamo siano in tantissimi ad acquistare, è arricchita da un ingrediente segreto, che si potrà trovare solo qui: l’amore e la passione che questi ragazzi fantastici hanno messo nel loro lavoro tra i nostri vigneti, rendendo quel giorno di settembre indimenticabile per tutti”. Nel quadro delle attività proposte agli ospiti della struttura, educatori e operatori socio-sanitari si impegnano anche a individuare occasioni di vita ricche di situazioni significative, prevedibili in spazi naturalistici e rurali. E la vendemmia è stata una iniziativa riuscita e apprezzata.
“Il progetto - sono le parole dei dottori Sara Baligioni e Mirko Loreti, amministratori della Cooperativa che gestisce L’Orto di Paolo - nasce dalla necessità di individuare risposte adeguate al problema dell’evoluzione del disturbo autistico nell’età giovanile e di organizzare e garantire un contesto in cui interventi di natura socio-sanitari, cura dell’ambiente comunitario di vita e progettualità esistenziale, inserimenti in realtà lavorative di tipo riabilitativo (come l’attività agricola, di allevamento e di manutenzione) si integrino in maniera coerente”.

Copyright © 2000/2021


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2021

Altri articoli