02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
LO STATO DELL’ARTE

48,3 milioni di ettolitri di vino e 13 di mosti nelle cantine d’Italia: dati del registro telematico

La situazione aggiornata al 30 novembre 2018, con giacenze per denominazione: Prosecco la più “ricca”, con 3,2 milioni di ettolitri
CANTINA ITALIA, PROSECCO, VENETO, VINO ITALIANO, Italia
Prosecco, la denominazione più ricca d'Italia, con 3 milioni di ettolitri in cantina

48,3 milioni di ettolitri di vino, di cui la metà (24 milioni di ettolitri) di vino Dop, ed il restante equamente diviso tra Igp (12,2 milioni di ettolitri) e vini comuni (12,1 milioni di ettolitri), a cui vanno aggiunti 13 milioni di ettolitri di mosti (quasi tutti di vini nuovi ancora in fermentazione, ndr) con 1 litro di vino su 4 a dimora nelle cantine del Veneto (12 milioni di ettolitri), il doppio della seconda Regione attualmente più ricca, l’Emilia Romagna (6,1 milioni di ettolitri), davanti a Puglia (4,7), Toscana (4,5) e Piemonte (4). È il quadro aggiornato al 30 novembre 2018 dal bollettino “Cantina Italia” n. 20, su dati del registro telematico, che fotografa lo stato dell’arte nelle aziende vitivinicole del Belpaese, con la vendemmia realmente conclusa.
E, per la prima volta, nel bollettino vengono elencate anche le “giacenze” di tutti i vini a denominazione e indicazione geografica d’Italia. Al n. 1 assoluto c’è il Prosecco Doc, con un volume di 3,2 milioni, il doppio della Doc delle Venezie, con 1,6 milioni di ettolitri di vino nelle cantine. A seguire un trio di Igt, la Terre Siciliane e la Veneto, entrambe con poco più di 1,4 milioni di ettolitri, e poi l’Igt Puglia, con 1,3 milioni di ettolitri. A seguire vengono la Doc Sicilia, con 1,2 milioni di ettolitri di vino, davanti all’Igt Toscana di pochi litri, e poi, tutte di poco sopra al milione di ettolitri, vengono il Chianti Docg, l’Igt Salento, l’Igt Rubicone ed il Montepulciano d’Abruzzo Doc. Ancora, tra le denominazione più ricche, c’è il Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore Docg (800.000 ettolitri), davanti al Chianti Classico Docg (680.000 ettolitri), seguiti dall’accoppiata veneta formata dall’Igt Provincia di Verona o Veronese e Igt delle Tre Venezie, entrambe con 571.000 ettolitri di vino in cantina, davanti all’Igt Emilia con 512.000 ettolitri. Appena sotto al mezzo milioni di ettolitri il Franciacorta Docg (496.000 ettolitri), davanti al Barolo Docg (475.000), al Valpolicella Doc (455.000), al Valpolicella Ripasso Doc (423.000), al Primitivo di Manduria Doc (417.000) e all’Amarone della Valpolicella Docg (405.000). Ancora, tra le denominazioni con più vino in cantina, seguono l’Igt Provincia di Pavia (394.000 ettolitri), la Barbera d’Asti Docg (353.000), il Brunello di Montalcino Docg (353.000), l’Igt Marca Trevigiana (338.000), il Soave Doc (328.000) e l’Igt Lazio (309.000 ettolitri).

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli