02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Addio alla leggendaria Baronessa Philippine de Rothschild, l’artefice dei successi recenti di Château Mouton-Rothschild, uno dei simboli del Médoc, ma anche di progetti enoici nel “Nuovo Mondo” con Mondavi (Opus One) e Concha y Toto (Viña Almaviva)

Italia
Philippine de Rothschild

Lutto a Bordeaux. La Baronessa Philippine de Rothschild, proprietaria di Château Mouton-Rothschild e figura monumentale del vino francese, è scomparsa il 23 agosto, all’età di 80 anni.
La Baronessa Philippine aveva assunto la gestione delle proprietà di famiglia, che comprendono anche Château Clerc-Milon, Château d’Armailhac e Mouton Cadet, dopo la morte del padre nel 1988, come presidente della Baron Philippe de Rothschild Sa. L’ex attrice ha guidato sia Mouton che le altre proprietà innalzando il loro livello qualitativo e di immagine e diventando una delle figure più importanti di Bordeaux. Ha anche svolto un ruolo di primo piano nel progetto Opus One, l’azienda vinicola di Napa Valley con cui suo padre aveva iniziato una joint-venture con Robert Mondavi.
Philippine Mathilde Camille de Rothschild era nata il 22 novembre 1933 a Parigi. Da giovane, ha costruito una carriera di successo come attrice con il nome d’arte di Philippine Pascal.
Pur continuando la famosa tradizione di Mouton che prevede ad ogni nuova annata un artista diverso per progettarne l’etichetta, ha introdotto anche delle vere e proprie novità come il secondo vino nella produzione di Mouton, Le Petit Mouton, nei primi anni Novanta.
Ha lanciato una nuova partnership in Cile, Viña Almaviva, con Concha y Toro. Nel 1998, ha acquistato una tenuta di 250 ettari in Limoux, nella regione francese della Languedoc, ribattezzata Domaine de Baron’arques. Nel 2003, ha assunto Philippe Dhalluin come direttore generale di Mouton per spronare la tenuta a raggiungere nuovi livelli qualitativi, apportando cambiamenti leggeri ma decisivi nella vinificazione per caratterizzare i vini dello Château più per eleganza e purezza che per potenza ed intensità.

Copyright © 2000/2022


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2022

Altri articoli