02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
CHARITY AUCTION

Auction Napa Valley: il bidder più generoso è Gary Rieschel, proprietario di Cerbaiona (Montalcino)

Il magnate americano ha acquistato ben 3 lotti, Spottswoode, Shafer e Beaulieu, per una somma di 700.000 dollari
Auction Napa Valley, CERBAIONA, GARY RIESCHEL, Mondo
Gary Rieschel, protagonista della Auction Napa Valley

Tra le aste di beneficenza che il mondo del vino anima ogni anno, ci sono due appuntamenti imperdibili, quello con l’“Hospices de Beaune”, che da 158 anni porta in Borgogna, a novembre, investitori, imprenditori e politici di Francia e non solo, e la “Auction Napa Valley”, appena archiviata, che dal 1981 ha raccolto ben 185 milioni di dollari, che hanno finanziato decine di progetti sociali. Un’asta diventata negli anni qualcosa di più, un vero e proprio appuntamento glamour, con le star dello spettacolo sul palco e lotti da ogni parte del mondo ad animare la vendita all’incanto. Con un protagonista assoluto: Gary Rieschel, a capo della cordata americana che nell’autunno del 2015 ha comprato una delle griffe storiche del Brunello di Montalcino, la Cerbaiona, e tra i bidder più fedeli della “Auction Napa Valley”, a cui non manca mai dal 1994. Fedele e generoso, visto che in questa ultima edizione ha acquistato ben 3 lotti, Spottswoode, Shafer e Beaulieu, per una somma di 700.000 dollari.
E chissà che, il prossimo anno, i vini della Cerbaiona non vadano ad arricchire uno dei lotti della charity auction,
che quest’anno ha visto tanta Italia del vino nel top lot, quello offerto dalla Continuum Estate, realtà fondata da Cesare Mondavi nel 1919, e aggiudicato per ben 530.000 dollari da Lynn e James Grehl. E che, oltre a 10 bottiglie di vino della Napa Valley, prevede un tour di 9 giorni tra le bellezze ed i sapori d’Italia e di Toscana, con cene e degustazioni private in cantine come Casanova di Neri, griffe del Brunello di Montalcino (con Giacomo Neri), nella tenuta Podernuovo a Palazzone di Giovanni Bulgari, una visita in elicottero e una degustazione nella cantina della Tenuta Ornellaia a Bolgheri, con la cena nel ristorante stellato La Pineta di Marina di Bibbona di Daniele e Andrea Zazzeri, e visite con degustazione alle cantine della famiglia Frescobaldi, come Castello di Nipozzano, realtà storica del Chianti Rufina, ed a Castelgiocondo e Luce, a Montalcino, per finire con una cena a casa ospiti di Lamberto Frescobaldi, oltre ad un tour nel territorio del Brunello, con la guida di Tim o Carissa Mondavi.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli