02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
IL PROGETTO

Bellezza, storia, vino e gastronomia: i 7 siti Unesco toscani riuniti in una “casa” digitale

Una sorta di manuale di istruzioni per un turismo a 360 gradi, alla scoperta di paesaggi mozzafiato, grandi vini e piatti tipici, simbolo di territori

Le colline decorate dai filari in cui prendono vita il Brunello di Montalcino, il Nobile di Montepulciano e l’Orcia Doc, ma anche quelle in cui nasce il bianco toscano per eccellenza, la Vernaccia di San Gimignano; e ancora la patria del Pecorino di Pienza, e città come Firenze, Siena e Pisa, in cui le eccellenze gastronomiche quasi non si contano, dalla celeberrima bistecca fiorentina, il lampredotto, i pici, la minestra di pane, la ribollita, la pappa al pomodoro, il panforte ed i ricciarelli e così via ... Tutto questo, e molto di più ha adesso una sua “casa”, seppur digitale, su www.toscanapatrimoniomondiale.it: una piattaforma che raccoglie i 7 Siti Patrimonio Unesco della Toscana, una tra le Regioni italiana che custodisce più gioielli dell’umanità d’Italia, insieme alla Cina il Paese che detiene il record di luoghi inseriti nella lista dei siti dichiarati Patrimonio dell’Umanità da parte dell’Unesco, oggi 55, e che ne descrive le peculiarità grazie alle schede di approfondimento, le gallery fotografiche e le proposte di itinerari insoliti, come il tour in 7 giorni che tocca tutti e 7 i siti Unesco, e cioè il centro storico di Firenze ed il centro storico di Siena, le due “capitali del Chianti Classico”, Piazza dei Miracoli a Pisa, la Val d’Orcia, Pienza, San Gimignano, la Manhattan del Trecento con le sue iconiche torri, e poi le 12 Ville e i 2 Giardini Medicei della Toscana, dal titolo “La Toscana da fotografare: punti di vista per scatti mozzafiato”.
Un lavoro corale unico, portato avanti dall’Assessorato alla Cultura della Regione Toscana, insieme a Fondazione Sistema Toscana, in un percorso partecipativo condiviso passo passo con i referenti dei siti Unesco, che ha dato vita ad un punto di ritrovo telematico, manuale di istruzioni per scoprire tutto quello che i gioielli della Regione hanno da offrire, tra passeggiate, angoli e scorci da scoprire, ma anche consigli utili su dove dormire e dove mangiare, in luoghi in cui il cibo e il vino sono parte integrante della bellezza e l’unicità del territorio, ma anche un calendario degli eventi e un social wall. Non ultima, poi, la sezione con il decalogo del viaggiatore consapevole: 10 consigli che suggeriscono al turista come predisporsi al meglio per godere appieno della bellezza di luoghi che hanno ispirato l’Umanesimo e il Rinascimento dell’uomo. Il primo punto raccomanda: “I Patrimoni Mondiali non sono stati costruiti in un giorno. Non avere fretta, dedica loro il tempo che meritano! Goditi la bellezza unica di questi territori”.
Parte integrante de progetto è anche “Dante’s Journey”, l’app-game dedicata ai più giovani e basata su una strategia di gaming integrata tra ambiente virtuale e spazi reali da visitare, anche con il supporto di appositi contenuti in realtà virtuale e aumentata. Nella app Dante Alighieri accompagna i ragazzi (divisi per fasce d’età) in un viaggio all’interno dei sette siti Unesco della Toscana.

Copyright © 2000/2020


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2020

Altri articoli