02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
IN SCENA

“Bravo, buono, bello. Parliamo di Brunello!”: Federico Buffa porta in scena il grande vino

Da narratore delle gesta dei campioni dello sport alla “scoperta” del grande vino: appuntamento il 21 agosto
BRUNELLO, FEDERICO BUFFA, SPETTACOLO, STORYTELLING, Italia
La locandina di “Bravo, buono, bello. Parliamo di Brunello!”

Uno dei più grandi storyteller italiani, capace di fissare nella memoria collettiva le gesta dei grandi campioni dello sport, da Mohamed Alì a Michael Jordan, da Diego Armando Maradona a Pelé, con uno stile originale e unico, che imprime enfasi e suscita emozioni grazie al ritmo cadenzato di chi sa scovare le storie dentro la “storia”, racconta il Brunello: Federico Buffa, dopo l’anticipazione (nel febbraio 2020) a “Benvenuto Brunello”, in un monologo che segnò il suo debutto nel mondo del vino, dopo gli esordi lontanissimi (era il 1994) tra i mitici palazzetti della Nba, torna, finalmente, a Montalcino. E lo fa con “Bravo, buono, bello. Parliamo di Brunello!”, spettacolo promosso dal Consorzio del Vino Brunello di Montalcino, di scena il 21 agosto (qui i biglietti), nella trecentesca Fortezza, teatro naturale nel territorio del Brunello.
“Il Brunello, e il vino in generale, nella mia percezione è qualcosa che c’è da sempre. È il più bel matrimonio tra l’uomo e la terra”, disse Federico Buffa la prima volta nel territorio del Brunello, paragonando l’eccezionale annata 2015 (appena uscita sul mercato) al Real Madrid degli anni Cinquanta e Sessanta. Il ricavato dell’evento sarà devoluto alla Fondazione Territoriale del Brunello di Montalcino, l’ente benefico del Consorzio che reinveste gli utili del famoso rosso nella crescita del territorio, tra cultura, turismo, sociale ed integrazione. I biglietti di “Bravo, buono, bello. Parliamo di Brunello!” si possono acquistare online sul portale Ticketone, o fisicamente al Teatro degli Astrusi di Montalcino, e l’accesso all’area sarà permesso soltanto agli spettatori dotati di Green Pass.

Copyright © 2000/2021


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2021

Altri articoli