02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
GRANDE DISTRIBUZIONE

Coldiretti conquista gli scaffali di Carrefour Italia: arrivano i prodotti a marchio Terre d’Italia

Nei punti vendita di tutto il Belpaese è in arrivo un primo paniere di prodotti che, col label FDAI, garantiscono le materie prime nazionali
carrefour italia, Coldiretti, Non Solo Vino
Gérard Lavinay, presidente Carrefour Italia, ed Ettore Prandini, presidente Coldiretti

Coldiretti approda ufficialmente sugli scaffali della grande distribuzione: l’associazione degli agricoltori ha annunciato la sua partnership con Carrefour Italia, così che, nei 1.000 punti vendita della catena nel Belpaese, approderà un primo paniere di prodotti a marchio Terre d’Italia, realizzato con i prodotti della Filiera Agricola Italiana che, con il label FDAI (Firmato dagli agricoltori italiani), garantiscono l’utilizzo della materia prima nazionale.
“Siamo orgogliosi - afferma Gérard Lavinay, presidente Carrefour Italia - di confermare ancora una volta il nostro impegno verso tutti gli attori della filiera agricola italiana e verso i nostri clienti attraverso questa partnership con Coldiretti, uno stakeholder d’eccellenza, impegnato come noi, nella valorizzazione della tracciabilità dei prodotti italiani. Sono certo che questo accordo potrà suscitare un forte apprezzamento nei consumatori, sempre più attenti alla provenienza dei prodotti e della filiera di produzione. Siamo, inoltre, convinti - conclude Lavinay - che il label FDAI rappresenterà un segno distintivo ed un valore aggiunto anche per i nostri produttori di Terre d’Italia, marchio nel quale crediamo fortemente e che già oggi valorizza la nostra identità italiana anche all’estero, rappresentando un importante veicolo per l’export di prodotti Made in Italy di qualità”.
“In un Paese come l’Italia - sottolinea il presidente Coldiretti, Ettore Prandini - che ha il primato europeo nella qualità e nella sicurezza alimentare, è necessario garantire una presenza sempre più capillare del prodotto 100% italiano sugli scaffali, che va sostenuta con la trasparenza dell’informazione ai consumatori sulla reale origine degli alimenti che acquistano, e attraverso la collaborazione dei protagonisti più attenti della distribuzione commerciale”.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli