02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
PREMI LETTERARI

“Come il vino ti cambia la #vita”: al libro di Laura Donadoni il premio “Biblioteca Bruno Lunelli”

Alla wine writer italiana (ma di stanza in Usa) il premio della Biblioteca, fondata da Franco e Marcello Lunelli
BIBLIOTECA BRUNO LUNELLI, LAURA DONADONI, LIBRI, vino, Italia
“Come il vino ti cambia la vita”: a Laura Donadoni il premio Biblioteca Bruno Lunelli

Intorno al vino si possono raccontare tante storie. Legate al vino in quanto tale, come prodotto. Legate e scoperte scientifiche, o ad aspetti culturali e storici. Ma anche storie personali, storie di vita in cui il vino riveste una grande importanza. Come quella che si legge tra le pagine di “Come il vino ti cambia la vita. Storie di rinascita, coraggio e ritorno alla terra” di Laura Donadoni, “The Italian Wine Girl”, scrittrice e comunicatrice di vino italiana (ma di stanza in Usa). Libro pubblicato da Cairo Editore, che ha vinto la seconda edizione del Premio letterario Biblioteca Bruno Lunelli, istituito dalla biblioteca, creata nel 2019, su iniziativa di Franco e Marcello Lunelli, ai vertici di una delle più importanti griffe del vino italiano, e simbolo del successo mondiale del Trento Doc, Ferrari, insieme a Matteo, Camilla e Alessandro Lunelli.
“Non il solito titolo sul vino ma un titolo nel quale, comunque, il vino è protagonista, talmente protagonista da aver cambiato il destino dell’autrice e di altri dei quali si dicono le storie”, si legge nella motivazione della giuria presieduta da Marcello Lunelli e composta da nomi celebri dell’impenditoria, del giornalismo e della comunicazione enogastronomica, come Carla Bernini, Oscar Farinetti, Eliana Liotta, Chiara Maci, Matteo Marzotto, Alessandro Saviola, Andrea Segrè e Fabio Tamburini.
“Laura Donadoni, bergamasca d’origine e giornalista professionista - si legge ancora nella motivazione - s’è rimessa in gioco una decina d’anni fa e oggi è, negli States, un’autorità nel vino e in Come il vino ti cambia la vita racconta di sé e di altri che, caparbi, coraggiosi, lungimiranti hanno scoperto nel far vino l’occasione della rinascita. Un gran bel libro per l’originalità del tema e la scrittura lieve e simpatica”.
Un premio, quello della Biblioteca Bruno Lunelli, alla seconda edizione, e che, nella prima, aveva premiato “La stirpe del vino”, testo quattro mani del professor Attilio Scienza (Università di Milano) e della scrittrice Serena Imazio ed edito da Sperling&Kupfer.

Copyright © 2000/2021


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2021

Altri articoli