02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

CONFAGRICOLTURA: NO A SVENDITA DENOMINAZIONI ITALIANE A USA. ALLARME SU ACCORDI STATI UNITI-UE

“Gli Stati Uniti non intendono indietreggiare sull’uso delle nostre denominazioni dei vini di pregio e pretendono di continuare ad etichettarli con criteri meno rigorosi rispetto a quelli vigenti in Europa”: è il grido di allarme lanciato oggi, al Salone del vino, dal direttore generale della Confagricoltura, Vito Bianco.

L’organizzazione critica i termini della bozza di accordo fra Usa e Ue per il commercio dei vini che “presenta - sottolinea Bianco - molti punti critici relativi alle pratiche enologicheall'etichettatura ed al riconoscimento delle menzioni tradizionali”. Secondo il direttore generale di Confagricoltura “la pretesa di utilizzare le nostre denominazioni, come Chianti e Marsala, per indicare vini generici made in Usa è assolutamente inammissibile. Per questo motivo - ha aggiunto Bianco - abbiamo chiesto che ci sia un intervento del ministro Alemanno e degli assessori all’agricoltura per evitare pericolosi colpi di mano e che sia adottata una revisione ex novo dei termini dell'accordo perché non ci sono le condizioni per proteggere, tutelare e valorizzare i vini italiani di qualità”.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli