02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

CONSUMI ALIMENTARI: CRESCONO I PRODOTTI ETNICI, SALUTISTI, DI LUSSO E CIBI PRONTI, E RIMANGONO FERMI QUELLI DEI PRODOTI DI BASE COME PANE E PASTA. LO RILEVA UN RAPPORTO REALIZZATO DA COOP, LEADER ASSOLUTO DELLA GRANDE DISTRIBUZIONE ITALIANA

I consumi alimentari degli italiani stanno cambiando, in maniera forse inaspettata: crescono i prodotti salutisti, etnici, pronti e di lusso, rimangono stabili quelli dei prodotti di base come pane, pasta e latte. Una tendenza rilevata da un rapporto Coop presentato a Milano, davanti ai vertici del leader italiano della grande distribuzione (Aldo Soldi, presidente Coop-Ancc; Enrico Migliavacca, vicepresidente Coop-Ancc; Vincenzo Tassinari, presidente Coop Italia).

Alle porte di una stagione che si prevede molto difficile dal punto di vista dei rincari dei prezzi per beni primari come i derivati del grano e del latte, sono i prodotti di fascia medio alta a trainare i consumi.

Secondo il rapporto di Coop, in particolare, a far segnare la crescita maggiore, è il reparto dei cibi etnici, che hanno fatto registrare un +36%. A gonfie vele anche gli scaffali dei prodotti salutistici e dietetici, con un più 33%, seguiti dai cibi pronti, molto apprezzati dai single, i cui consumi sono cresciuti del 30%.

Bene anche il segmento dei prodotti di lusso, come champagne e vini pregiati, che registrano un +20%. Dati che diventano ancor più significativi se rapportati alla diminuzione dei prodotti “basic”, dalle farine (-8,5%) alle verdure surgelate (-8,2%), dal riso bianco (-7,6%) alla cosmetica (-7,6%) e allo zucchero (-6,6%).

Copyright © 2000/2020


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2020

Altri articoli