02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
ALL’INCANTO

Conterno, Gaja, Biondi Santi, Sassicaia e Tignanello, protagonisti sotto il martello di Bolaffi

Il 21 luglio, online, appuntamento con quasi 200 lotti battuti dalla casa d’aste torinese, tra Langhe, Toscana, Bordeaux e Champagne
ASTA, BIONDI SANTI, BOLAFFI, CONTERNO, SASSICAIA, SOLDERA, TIGNANELLO, Italia
La doppia magnum di Barolo Monfortino Riserva 2006 di Giacomo Conterno

Il Barolo Monfortino Riserva di Giacomo Conterno ancora protagonista, con almeno tre lotti da non perdere: tre bottiglie dell’annata 2013 (base d’asta: 2.100 euro), una magnum della 1993 (da 1.100 euro) ed una doppia magnum della 2006 (si parte da 3.600 euro), ma anche due magnum di Sorì San Lorenzo 2009 di Gaja (da 500 euro), restando in Piemonte, e ancora, andando in Toscana, a Montalcino, una bottiglia di Brunello di Montalcino 1999 di Case Basse - Gianfranco Soldera (da 250 euro) e quattro bottiglie di diverse annate di Brunello di Montalcino Biondi Santi - Tenuta Il Greppo (si parte da 300 euro); quindi, spostandoci nel Chianti, sei bottiglie di Pergole Torte 2015 di Montevertine (da 720 euro), due magnum di Solaia 2008 di Antinori (base d’asta: 500 euro) ed una sei litri di Tignanello 2001, ancora di Antinori (da 1.100 euro); infine, a Bolgheri, sei bottiglie di Sassicaia 2016 di Tenuta San Guido (da 1.200 euro) ed una sei litri di Masseto 2006 (4.800 euro). Ecco i lotti più interessanti sotto il martello di Bolaffi, che il 21 luglio, esclusivamente online, batterà 197 lotti, con il meglio della viticoltura italiana e francese, con Bordeaux e Champagne in prima fila, con vecchie annate di Dom Pérignon, Krug e Salon, ma anche Château Cheval Blanc, Château Lafite Rothschild, Château Margaux e Château Latour.

Copyright © 2000/2020


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2020

Altri articoli