02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
TUBER MAGNATUM PICO

Countdown per la Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba, la più importante del settore

Dal 6 ottobre al 25 novembre, show cooking e wine tasting delle Langhe d’eccellenza. Intanto, le quotazioni viaggiano sui 3.000 euro al kg

L’autunno è appena cominciato, e con sé ha portato la stagione dei tartufi: le quotazioni del prezioso Tuber magnatum Pico, meglio conosciuto come tartufo bianco, viaggiano ormai sui 3.000 euro al chilo, ma la stagione di raccolta dei tartufi è aperta fino a fine gennaio. Nel frattempo, il tartufo bianco sarà in vetrina nella Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba n. 88, la più importante del settore, dove ogni anno si riuniscono gourmand da tutta Italia ma anche dai più disparati angoli del mondo. Attirati dalla proposta della fiera, che non ha la struttura della classica manifestazione gastronomica, ma arricchisce il suo programma con tutti i prodotti d’eccellenza delle Langhe, dai grandi vini, come quelli della Doc Alta Langa, Official Sparkling Wine della manifestazione, ma anche il cioccolato e dei tanti prodotti gastronomici del territorio. Così, dal 6 ottobre al 25 novembre, Alba sarà il centro del mondo dei tartufi, puntando sì i riflettori sul mercato mondiale, verso cuore pulsante della manifestazione dove incontrare i trifolao, e conoscere così l’antica arte della ricerca dei tartufi, ma legando anche questo mondo ad altri “paralleli”, come quello della cultura, del design e della musica. E con la natura, in particolare con la Luna, a cui è dedicata questa edizione e che è parte integrante del percorso di cerca: tra le informazioni utili per determinare quando e dove trovare i tartufi, le fasi lunari scandiscono un tempo preciso.

Da anni una delle principali attrazioni, torna anche in questa edizione l’Alba Truffle Show, lo spazio dedicato agli show cooking, le analisi sensoriali del tartufo, le wine tasting experience. Tra gli appuntamenti imperdibili che si svolgono qui, ci sono i Foodies Moments, dove il Tartufo Bianco d’Alba incontra la cucina d’autore: guidati da chef e cuochi stellati provenienti dal territorio di Langhe, Roero e Monferrato e da alcuni dei più prestigiosi ristoranti italiani, i Foodies Moments sono una vetrina sul gesto creativo che anima le migliori cucine del Paese nella creazione di piatti in cui il Tartufo Bianco d’Alba è protagonista.

Divertimento sì, ma non solo: intorno al Tartufo Bianco, e alla sua sopravvivenza, da anni si sviluppano discussioni ed iniziative. Il Tuber magnatum Pico è infatti un prodotto spontaneo, delicato e che richiede un ecosistema perfetto: essendo la specie del genere Tuber più sensibile alle alterazioni ambientali è anche il primo elemento a risentire di cambiamenti preoccupanti per tutto il sistema. Da anni la Fiera del Tartufo Bianco d’Alba si fa quindi promotrice con il Centro Nazionale Studi Tartufo di un’attività di ripristino di tartufaie naturali, destinando parte del ricavato di varie iniziative al preservazione del tartufo.

“Questa edizione, ormai alle porte, della Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba è dedicata al tema “Tra terra e luna” - dichiara la Presidente dell’Ente Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba, Liliana Allena - un argomento estremamente affascinante che sottolinea la rilevanza delle fasi lunari per il percorso della cerca del tartufo. Ringrazieremo la luna se, come dicono i nostri esperti e i primi esiti della stagione appena avviata, questa sarà una buona annata per il nostro eccellente Tuber magnatum Pico”.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli