02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

DAL CANADA KIT PER FARE IN CASA VINO MADE IN ITALY. IL MINISTRO ALEMANNO: "FUORI LEGGE KIT PER VINO FAI DA TE"

Preparare in casa un calicetto di Frascati o di Soave, aggiungendo acqua ad un mosto concentrato venduto on line. E' quanto propone il sito canadese www.smithswinemaking.com che offre su web anche bottiglie, tappi e persino etichette delle più rinomate produzioni italiane a denominazione di origine controllata.
Già in home page Smiths Winemaking Store propone la vendita del kit per un Barolo Premium, in offerta a circa 45 dollari, da comparare per il prezzo, perché alla qualità almeno non si fa cenno, ad un abbordabile Sauvignon Premium in vendita a soli 37 dollari. Basta poi unire otto litri di mosto concentrato a 18 litri d'acqua per produrre 30 bottiglie di vino-bibitone. Nell'elenco dei prodotti in vendita tutto il ventaglio dei vini italiani più prestigiosi e delle uve autoctone nazionali e francesi.
I kit per Valpolicella, Brunello e Barbera raggiungono gli 83 dollari, seguiti a pochi centesimi da Amarone, Bardolino e Negro Amaro mentre sulla fascia più economica si concentrano il verdicchio, lo zinfandel italiano, il trebbiano e il frascati. C'é persino un bibitone Italy che non consente ulteriori specifiche territoriali. Per tutti i prodotti sono anche disponibili 30 etichette, a meno di due dollari.
"Tale vendita è palesemente ingannevole oltre che sleale - afferma in una interrogazione Mario Masini(Forza Italia) della Commissione Agricoltura della Camera della Deputati e ripropone il problema delle contraffazioni dei prodotti agroalimentari italiani".
Masini, vicepresidente dell'Unire nell'interrogazione al ministro per le Politiche agricole e forestali, nel fare riferimento al Frascati ricorda che la sua tutela "passa attraverso la promozione e la difesa del legame tra vino e territorio. Il Governo, già da un anno e mezzo, ha presentato in sede europea una misura tesa a promuovere l'indicazione obbligatorio di origine. Alemanno renda noto l'esito della proposta italiana e quali iniziative intenda adottare per arginare il fenomeno e proteggere le aziende vititinicole del Paese".

L'opinione
Il ministro Alemanno: "fuori legge kit per vino fai da te"
"Questi kit sono vietati per legge perché nessuno si può fare delle bevande alcoliche per conto proprio, fuori dalle regole e dalla vigilanza delle istituzioni": lo ha detto il ministro delle politiche agricole e forestali Gianni Alemanno, oggi a Genova, commentando la notizia di un sito internet canadese che commercializza veri e propri kit, oltre a bottiglie, tappi ed etichette, per la preparazione artigianale del vino. "Comunque questo dimostra che tipo di cultura del vino ci potrebbe essere se l'Italia e l'Europa aprissero troppo a Paesi terzi - ha proseguito Alemanno. Quindi, no a questi kit e attenzione anche per il futuro". Riguardo alla difesa delle produzioni tipiche, il ministro ha sottolineato "l'importante battaglia vinta dal governatore della Liguria Sandro Biasotti con le multinazionali sul pesto" ed ha auspicato uno sviluppo di questa politica col rafforzamento dell'organizzazione delle filiere, mettendo in atto processi di tracciabilità per accrescere la distintività del prodotto.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli