02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
VINO E INVESTIMENTI

Dalla storia al futuro: Folonari investe ancora in Toscana, tra ospitalità di alto livello e vigneti

Nasce La Pietra Relais di Charme, a Greve in Chianti, si impiantano nuovi vigneti a Nozzole, nel Chianti Classico, ed a Campo al Mare, a Bolgheri

Avere una grande storia vinicola alle spalle, è spesso il presupposto per guardare al futuro, ed investire ancora. Come ha fatto Ambrogio e Giovanni Folonari Tenute, nome storico del vino di Toscana (e non solo), che puntano forte sull’ospitalità di alto livello, sempre più spesso legata alle più belle cantine d’Italia e del mondo, ma anche su nuovi vigneti.

Nel primo caso, si parla de La Pietra Relais di Charme, nuova struttura che aprirà i battenti nel 2021, a Greve in Chianti, nel cuore del Chianti Classico e delle Tenute del Cabreo, che affiancherà il Borgo del Cabreo Relais di Charme, inaugurato nella primavera 2017.
Il nuovo Relais, che sarà realizzato grazie ad un investimento di 3 milioni di euro, vedrà la luce dopo un complesso intervento di ripristino dell’antico insediamento rurale denominato La Croce, che sorge proprio nel cuore della vigna.
Sarà, dunque, parte integrante del grande progetto di rivalorizzazione del territorio e delle sue tradizioni più autentiche, voluto dalla famiglia Folonari. Per la sua realizzazione verranno impiegate esclusivamente le migliori maestranze locali “a km 0”, eredi della grande tradizione fiorentina delle arti e dei mestieri. Un ennesimo tassello nell’offerta di ospitalità di Folonari, che comprende la Villa di Nozzole, la Casavecchia nella tenuta a Greve in Chianti, nonché la dimora nella tenuta La Fuga a Montalcino.

Alla ristrutturazione del patrimonio immobiliare si affiancano gli interventi volti ad ampliare i vigneti nelle cinque tenute di proprietà, dove l’azienda investe complessivamente 1 milione di euro all’anno. In particolare, a Greve in Chianti, nella Tenuta di Nozzole, sono stati realizzati nuovi impianti di Sangiovese per un totale di 5 ettari. A Bolgheri, nella Tenuta di Campo al Mare, sono stati, invece, impiantati 3 ettari tra Cabernet Franc e Cabernet Sauvignon e 1,2 ettari di Vermentino.“I nuovi investimenti per il ripristino delle strutture immobiliari e per l’ampliamento dei vigneti inaugurano una seconda fase del progetto di rinnovamento a 360 gradi, che abbiamo varato all’inizio degli anni 2000 - ha commentato il presidente, Giovanni Folonari - Affrontiamo questa nuova fase con l’entusiasmo e con il contributo di tutta la famiglia e della squadra di lavoro che abbiamo creato”.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli