02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
SUL MERCATO

DVO 2019, un vino californiano dalla personalità europea firmato Axel Heinz e Maya Dalla Valle

Ecco la seconda annata frutto della partnership di alto profilo tra l’enologo e direttore di Ornellaia e la produttrice della Napa Valley

Da una una partnership di altissimo profilo, quella tra tra Ornellaia, griffe bolgherese della famiglia Frescobaldi, e la californiana Dalla Valle Vineyards, arriva DVO 2019, seconda annata frutto della loro collaborazione, e summa dell’esperienza di entrambe le tenute e le tradizioni dei mondi da cui provengono. Un progetto comune, nato dall’amicizia che, da anni, lega Axel Heinz, enologo e direttore di Ornellaia, e dalla collega Maya Dalla Valle, che nel 2013 ha trascorso un periodo di formazione proprio ad Ornellaia, insieme a Naoko Dalla Valle, fondatrice e proprietaria dell’azienda californiana, e Giovanni Geddes da Filicaja, Ceo dell’azienda bolgherese.

DVO è un vino californiano dalla personalità europea, prodotto da un blend di Cabernet Sauvignon (85%) e Cabernet Franc (15%), l’annata 2019 ha esaltato la ricchezza del terroir della Napa Valley in uno stile ispirato all’Italia, dando vita ad un vino che mostra una progressione di note di piccoli frutti a bacca rossa e nera, violetta e cassis. Tannini vellutati e levigati conferiscono al vino - maturato in botti di rovere francese per 22 mesi - un finale lungo ed elegante.

“La stagione 2019 si è distinta per essere un’altra annata classica della Napa Valley ma allo stesso tempo moderna. Questo è e sarà sempre l’obiettivo di DVO: continuare a far esprimere le caratteristiche distintive del luogo mitigate dai legami ed influssi della cultura viticola italiana”, spiega Maya Dalla Valle. “Con DVO diamo vita a vini al tempo stesso rappresentativi dell’eredità e della competenza delle nostre tenute con uno sguardo verso i traguardi futuri cui potremo arrivare con questa collaborazione”, sottolinea Axel Heinz. “DVO 2019 ne è un esempio perfetto: unire il passato con il futuro per dare vita a un’annata da ricordare”.

Copyright © 2000/2022


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2022

Altri articoli