02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

FINANZIARIA 2005 - LE “CITTA’ DEL VINO” LANCIANO L’IDEA DI UN EMENDAMENTO SU AUTOCTONI

La valorizzazione dei vitigni autoctoni potrà essere uno dei punti in discussione alla Legge Finanziaria 2005. La proposta di emendamento è stata presentata ieri dalle Città del Vino all’attenzione della Commissione Agricoltura del Senato e al Ministro per le Politiche Agricole Gianni Alemanno.

L'istituzione di una specifica sezione del registro nazionale delle varietà di viti coltivabili che classifichi i vitigni autoctoni e antichi italiani è una delle priorità della proposta. Le Città del vino chiedono inoltre l’intervento del Ministro Alemanno che, con un apposito decreto, ne limiti l’uso del nome e della coltivazione alle aree di appartenenza, nonché l’attivazione di sgravi fiscali in favore delle aziende vitivinicole che investono nella ricerca, nella sperimentazione, nella qualificazione dei vitigni autoctoni e antichi italiani, con un onere per il bilancio dello Stato prevedibile in 1,5 milioni di euro.

Tra le motivazioni alla proposta di emendamento anche “la volontà di affiancare ritrovato spirito di ricerca e innovazione che ha spinto molti produttori vitivinicoli italiani di qualità ad investire anche ingenti risorse finanziarie nella sperimentazione sui vitigni autoctoni. A ciò si aggiungono le esigenze di diversificare la qualità del vino italiano e la crescente domanda da parte dei consumatori, sempre più attratti da vini espressione di territorio e apprezzati proprio in virtù della loro tipicità”.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli