02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
SOSTENIBILITÀ

Fontanafredda investe ancora nel Rinascimento Verde. Dalla vigna al tappo (con Vinventions)

Il Nebbiolo Ebbio Grappolo Intero sarà il primo vino italiano, con il tappo Blue Line, fatto da plastica riciclata nel segno dell’economia circolare
FONTANAFREDDA, SOSTENIBILITA, TAPPI, VINVENTIONS, Italia
Il tappo Blue Line di plastica riciclata di Vinventions per Fontanafredda

Se la sostenibilità è ormai un pilastro concettuale e tangibile di gran parte della filiera del vino, l’economia circolare, che, secondo la definizione del Parlamento Europeo, è un modello produttivo che implica condivisione, prestito, riutilizzo, riparazione, ricondizionamento e riciclo dei materiali e prodotti esistenti il più a lungo possibile, lo sta lentamente diventando. Anche grazie al lavoro, agli investimenti e alle scelte di aziende simbolo del vino italiano. Come Fontanafredda, tra le cantine simbolo delle Langhe, fondata nel 1858 dal primo Re d’Italia, e oggi di proprietà della famiglia Farinetti, che proprio da Fontanafredda, che oggi conta 120 ettari di vigneti certificati a biologico, ha lanciato il suo progetto del “Rinascimento Verde”.
Che coinvolge ogni aspetto della filiera produttiva. Dalla cura della vigna, con l’adozione di trattori a biometano per dare vita alla prima vendemmia di un cru di Barolo, Vigna La Rosa, a emissioni zero. Fino al tappo, con l’adozione della nuova gamma Blue Line, da plastica riciclata, di Vinventions, tra i leader mondiali nel campo delle chiusure per il vino, con 2,8 miliardi di tappi venduti nel 2020. Un tappo improntato proprio alla filosofia dell’economia circolare, che “rafforza la posizione pionieristica di Vinventiosn nello sviluppo sostenibile.
Questa nuova gamma - spiega l’azienda - si unisce al portafoglio dei tappi Nomacorc, rinomati per le loro prestazioni tecniche e vinicole uniche. Vinventions si associa a Fontanafredda per il lancio di questa gamma innovativa, una partnership fondata sulla condivisione degli stessi valori e principi guida per la sostenibilità. Oltre ai tappi Nomacorc Green Line, che Fontanafredda utilizza già sui suoi vini, si aggiungono le chiusure Blue Line, che verranno presentate a giugno 2021 sul Nebbiolo Ebbio Grappolo Intero, primo vino in Italia ad utilizzare un tappo derivante da economia circolare”. Tappi che nascono da materia prima ottenuta al 50% dal riciclo della plastica, certificata ISCC+ tramite un sistema chiamato “Mass Balance”.
Un approccio che ha già dimostrato il suo valore nello sviluppo sostenibile di altre industrie come il legno, il cacao o l’elettricità. In una filiera che riduce le emissioni di Co2 e riduce l’uso di plastica fossile, e si inserisce nel programma “CorkLoop”, lanciato nel 2020, che mira a riutilizzare i rifiuti industriali e a rivalorizzare i tappi usati come materia prima. Una delle tante iniziative nel seno del rispetto dell’ambiente messe in campo da Vinventions, che è anche firmataria dei Patti Europeo e Americano delle Plastiche, e che punta all’obiettivo del “Net Zero Plastic Leakage”, e cioè raggiungere un’impronta plastica trascurabile sull’ambiente. Per raggiungere questa ambizione, il gruppo sta ora lavorando in collaborazione con South Pole, uno degli autori delle Direttive per la Gestione della Plastica delle Imprese pubblicate dall’Iniziativa 3R nel febbraio 2021. Queste Direttive mirano a supportare le aziende nel calcolo e nella riduzione della loro impronta plastica implementando iniziative sulla produzione e sulla gestione del fine vita dei prodotti.
“Convinti che la plastica debba essere considerata una risorsa rinnovabile - commenta Stéphane Vidal, direttore europeo e responsabile dell’innovazione Vinventions - siamo molto orgogliosi di annunciare il lancio di questa nuova gamma Blue Line. Ci posizioniamo così come la prima azienda a offrire una soluzione di chiusure che integra l’economia circolare e fornisce una soluzione innovativa alle attuali sfide dello sviluppo sostenibile. Siamo lieti di poter associarci a Fontanafredda per questo lancio in Italia, è essenziale per noi poter dare risposte concrete alle aziende vinicole dei nostri giorni che si preoccupano come noi del futuro del nostro ambiente”.
“Abbiamo la fortuna di vivere in un territorio unico al mondo e dobbiamo averne cura - aggiunge il produttore Oscar Farinetti - e abbiamo bisogno di un nuovo Rinascimento, altrimenti sarà impossibile pensare a un domani migliore di oggi. È chiaro che dobbiamo cambiare e diventare nuovi. Il nuovo per noi e rimettere la terra al centro, deve essere il nostro grande obiettivo, che deve portarci alla creazione di una grande comunità mondiale basata sulla fiducia negli altri. I mezzi di questa comunità per la salvaguardia del pianeta saranno molti, il nostro sarà il vino, il vino verde. La partnership con Vinventions Nomacorc dimostra che ognuno può fare la sua parte e insieme possiamo contribuire ad un futuro migliore”.

Copyright © 2000/2021


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2021

Altri articoli