02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

FRESCOBALDI VUOLE RIASSORBIRE LE QUOTE DELLA JOINT VENTURE AMERICANA “LUCE DELLA VITE” E “ORNELLAIA”. CONTINUA LA SAGA DI UNA DELLE DINASTIE PIU’ BLASONATE DEL MONDO DEL VINO D’OLTREOCEANO CON LA STORICA RIUNIONE DEI FRATELLI MONDAVI

Italia
Lamberto Frescobaldi e Tim Mondavi

La famiglia Frescobaldi intende riassorbire la quota della joint venture già detenuta dall’americano Robert Mondavi riguardante il 50% dell’”Ornellaia”, uno dei gioielli di Bolgheri, e di “Luce della Vite” a Montalcino, attualmente in mano al colosso statunitense Constellations Brands (un “mostro” da 80 milioni di casse per un fatturato stimato in 2,5 miliardi di euro che, insieme a Gallo - 75 milioni di casse per un fatturato di 1,61 miliardi di euro - a Bwe - 19 milioni di casse per 1,02 miliardi di euro di fatturato - e a South Corps - 20 milioni di casse per 9,68 miliardi di euro di fatturato, rappresentano il 66% del giro d'affari di tutte le aziende vitivinicole italiane messe insieme, valutato intorno agli 8,5 miliardi di euro), attuale proprietario della Robert Mondavi Corporation, acquistata con oltre un miliardo di dollari in contanti, e detentore in Italia di una partecipazione del 40% della Ruffino srl, ottenuta con 80 milioni di dollari).

La decisione (già peraltro anticipata nei mesi scorsi da WineNews) scaturirebbe proprio da questo cambio di proprietà fra i partner americani, almeno stando alle dichiarazioni del marchese Leonardo Frescobaldi, vicepresidente della storica azienda, che prevede, al più tardi prima dell’estate, la soluzione della questione mettendo insieme con un’emissione obbligazionaria una parte del prezzo d’acquisto compresa tra il 10 e il 20%.

Negli Stati Uniti, intanto, Robert Mondavi è tornato agli affari, scegliendo un socio a sorpresa: il fratello. Robert e Peter Mondavi sanano, così, una rottura, avvenuta oltre 40 anni (quando i due fratelli separarono le proprie attività presso l’azienda paterna a seguito di una disputa sulla conduzione dell’azienda stessa) costituendo insieme una singolare “joint venture” per la produzione di un piccolo barile di vino da vendere all’asta quest’estate nella Napa Valley Auction, il più importante evento sociale delle California nel settore del vino.

Un fatto dall’evidente significato simbolico, che segnala la reazione Mondavi alla scalata da parte di Constellation Brand. Michael Mondavi, invece, figlio di Robert ed ex Ceo e presidente della Mondavi, ha appena lanciato la sua nuova azienda per vini di lusso: la Folio Wine Company si occuperà dell’import, la distribuzione e il marketing di vini “premium”, come quelli della Frescobaldi, la quale ha una lunga amicizia sia di “business” che personale con la famiglia Mondavi. Folio sarà l’importatore esclusivo per il mercato Usa dei vini Marchesi de’ Frescobaldi.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli