02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Gentleman / Italia Oggi

Un brindisi con gli Etruschi ... Il più lungo documento scritto di questa civiltà parla delle terre e dei vini del Trasimeno. Proprio la zona in cui si trova la tenuta La Braccesca. Che celebra questo legame storico con una mostra in collaborazione con il Louvre... La tabula cortonensis è una tavoletta in bronzo risalente al VI sec a.C., su cui è inciso il testo più lungo in lingua etrusca di cui si abbia notizia. Su questo reperto, gli antichi già parlavano di terre e di vini nella zona del Lago
Trasimeno. E la Tenuta La Braccesca, di proprietà dei Marchesi Antinori, si trova proprio nella zona citata nella Tabula, in bilico tra Toscana e Umbria. Per celebrare questo rapporto privilegiato con un territorio così ricco di storia, la Tenuta è oggi sponsor di un importante evento culturale di portata internazionale: la mostra Le Collezioni del Louvre a Cortona. Gli Etruschi dall’Arno al Tevere. L’esposizione è in corso presso il Museo MAEC di Cortona fino al prossimo 3 luglio e comprende una selezione accurata di reperti etruschi di grande fascino, custoditi fino a oggi nei magazzini del Louvre a Parigi, incluse anche opere poco note al grande pubblico ed esposte per la prima volta in Italia. Obiettivo, offrire elementi di riflessione sulla società etrusca in relazione alle diverse località di quest’area. Il capolavoro è la scultura nota come l’Arianna da Falerii, pervenuta al Louvre nel 1861 insieme a una buona parte della collezione Campana. Per festeggiare il suo 200 anniversario, la Tenuta La Braccesca ha presentato il progetto delle ArchEno visite, giornate in cui, in concomitanza con la mostra, la cantina apre le porte al pubblico. Dopo la visita al museo è infatti possibile partecipare a una degustazione nelle cantine di Antinori. Un viaggio alle radici delle tradizioni etrusche, che coinvolge il pubblico fino al rituale del banchetto storico. La degustazione comprende alcuni vini della Tenuta, come l’Achelo e il Bramasole (100% syrah, barricato). La Braccesca ha esordito nel 1993 con l’annata 1990 del Vino Nobile di Montepulciano Docg e con il Sabazio Vino rosso di Montepulciano 1992; nel 1999 ha presentato il Merlot 1996. Infine, nel 2004, è uscito il nuovo Vino Nobile di Montepulciano Docg Vigneto Santa Pia, annata 2001. A questi si aggiunge il Bramasole Cortona Doc Syrah 2000, presentato ancora nel 2003, e il nuovo Achelo Cortona Doc Syrah 2005, presentato nel 2006. Le ArchEno visite si tengono ogni sabato, fino a giugno, su prenotazione.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su ,

Altri articoli