02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
LA NOTTE DELLE ZUCCHE

Halloween, la notte delle streghe e delle zucche conquista anche l’Italia: export a +19% nel 2018

Regina della tavola in autunno, tra ricette dolci e salate, per la Coldiretti anche gli italiani si cimentano nell’intaglio delle zucche per Halloween
Coldiretti, HALLOWEEN, ZUCCHE, Non Solo Vino
Sempre più italiani si cimentano nell'intaglio della zucca per Halloween

La notte più paurosa dell’anno si avvicina: nata nei Paesi anglosassoni, Halloween è ormai una festa ampiamente diffusa anche in Italia. Non solo per i travestimenti e per gli scherzi: forse dietro al successo della notte del terrore nel Belpaese c’è il simbolo culinario della festa, la zucca. Regina indiscussa delle tavole invernali, la zucca, afferma la Coldiretti, è uno dei prodotti più versatili della cucina italiana e può essere utilizzata sia per le preparazioni salate che per quelle dolci, ma anche abbinata a pasta, carne, formaggi e torte. Grazie anche a questo, l’export di zucca made in Italy nel 2018 fa registrare, da un’analisi Coldiretti su dati Istat, uno storico aumento record del 19% in quantità, con una produzione di 40 milioni di chili. Complessivamente in Italia sono circa 2000 gli ettari coltivati, divisi soprattutto tra Lombardia (con circa il 25% della superficie nazionale), Emilia Romagna e Veneto, seguite da Campania, Lazio, Liguria, Sicilia e Toscana. Si tratta per la quasi totalità di prodotti destinati al consumo alimentare anche, se cresce la coltivazione di varietà di zucche a scopi ornamentali o da “competizione” con esemplari che possono arrivare anche oltre i 900 chili di peso. Accanto a varietà internazionali molti imprenditori agricoli in Italia – continua la Coldiretti – sono impegnati nella conservazione di quelle tradizionali. È indubbio comunque, che l’affermarsi della notte delle streghe ha aperto il nuovo “mercato” delle zucche intagliate con le quali si cimentano un numero crescente di italiani.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli