02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
UDINE, 23-28 OTTOBRE

I sapori d’Italia e del mondo, nel calice e nel piatto, con tanta cucina d’autore: ecco “Ein Prosit”

Il top è la cena a “17 stelle” con ai fornelli Uliassi, Romito, Crippa, Niederkofler, Alajmo, Camanini e Fantin

Grandi degustazioni, cene con grandi chef stellati d’Italia e del mondo, masterclass, laboratori e approfondimenti sui sapori d’Italia e non solo, nel piatto e nel calice: è fittissimo il menu di Ein Prosit, la kermesse che vivrà la sua anteprima il 23 ottobre, a Tarvisio, e poi animerà Udine, dal 24 al 28 ottobre, con la regia di Paolo Vizzari e Claudio Tognoni, promosso dalla Regione e da PromoTurismo Fvg, uno dei migliori esempi in Italia di agenzia di promozione e comunicazione territoriale che unisce le tante anime del territorio del Friuli Venezia Giulia, dal turismo al vino, all’agroalimentare.
Tra i tantissimi appuntamenti, spiccano le cene firmate dagli chef stellati d’Italia e del mondo, da Antonia Klugman ad Enrico Recanati, da Luigi Taglienti a Emanuele Scarello, da Stefano Baiocco a Martina Caruso, per citare alcuni nomi italiani, da Ana Ros a Wicky Priyan, da Matias Perdomo ad Alain Passard, da Vladimir Mukhin a Virgilio Martines, per citare stranieri che cucinano nei loro Paesi di origine o in Italia, ma in questo senso l’evento top sarà di scena il 26 ottobre da Agli Amici, a Godia di Udine, dove ai fornelli saranno, tutti insieme, i 7 chef italiani presenti nella prestigiosa The World’s 50 Best Restaurants, ovvero i tristellati Mauro Uliassi (Uliassi), Niko Romito (Ristorante Reale), Enrico Crippa (Piazza Duomo), Norbert Niederkofler (St. Hubertus) e Massimiliano Alajmo (Le Calandre), e gli stellati Riccardo Camanini (Lido84), Luca Fantin (Ristorante Luca Fantin), 7 grandi cuochi italiani per un ristorante a “17 stelle”, che cucineranno insieme per una platea di giornalisti internazionali con l’obiettivo di regalare un’immagine fedele e orgogliosa dell’Italia contemporanea.
Tantissime, poi, le degustazioni di vino, guidate da esperti come Armando Castagno, Luca Gardini, Alberto Lupetti ed Eros Teboni, solo per citarne alcune, dedicate ai grandi champagne come Louis Roederer, Perrier-Jouet o Pommery, ai vini della Mosella e ai Pinot Nero del “Nuovo Mondo”, o ancora grandi verticali di vini simbolo del Belpaese, come il Montiano della Famiglia Cotarella, il Vigna Monticchio di Lungarotti, o ancora ai vini del Collio e del Friuli Venezia Giulia padrone di casa, ma anche ai bianchi dell’Alto Adige, al Cirò, al Prosecco, alla Sardegna e non solo, senza dimenticare l’insolita verticale delle Grappa Riserva di Nonino, una delle eccellenza friulane nel mondo.
“Ein Prosit è davvero una manifestazione d’eccellenza internazionale e abbiamo deciso tutti assieme di mettere questo brand a servizio dell’intero sistema Friuli Venezia Giulia”: commenta l’Assessore Regionale al Turismo, Sergio Emidio Bini.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli