02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
VINO E ACQUISIZIONI

Il Borro, l’azienda del Valdarno Superiore di Ferruccio Ferragamo raddoppia con Vitereta

La griffe annuncia l’acquisto della proprietà confinante: 40 ettari vitati (per un totale di 85) ed una villa ottocentesca
ACQUISIZIONI, FERRUCCIO FERRAGAMO, IL BORRO, VALDARNO SUPERIORE, VITERETA, Italia
Le vigne della griffe del Valdarno Superiore Il Borro

Il Borro, la griffe del Valdarno Superiore di proprietà di Ferruccio Ferragamo, che fa del rispetto dell’ambiente e dell’ecosistema un proprio caposaldo (è interamente biologica dal 2015, ndr) ha annunciato l’acquisizione della proprietà confinante Vitereta e l’apertura de Le Aie del Borro, 20 nuove suite all’interno della Tenuta. Situata nel Comune di Laterina, Vitereta è una delle tenute storiche del Valdarno aretino, appartenuta alla famiglia Del Tongo dal 1973 con una superficie totale di 346 ettari, di cui 40 vitati e 150 di terreni seminativi.
Fanno parte della proprietà anche una cantina, Villa Clerici Bernetti, costruita nella seconda metà dell’Ottocento e ristrutturata poi a fine degli anni 70, la Tabaccaia (chiamata così perché qui un tempo avveniva la lavorazione del tabacco) e alcuni poderi. A seguito di questa acquisizione, Il Borro raddoppia la propria superficie vitata, raggiungendo 85 ettari caratterizzati da condizioni pedoclimatiche uniche, che permettono di dar vita a vini di qualità che nascono dall’incontro tra vitigni autoctoni, come il Sangiovese, e vitigni internazionali entrati ormai a pieno titolo nella “tradizione toscana”, come il Merlot ed il Cabernet Sauvignon, che oggi convivono insieme, adattandosi al meglio alla variabilità dei terreni.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli