02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
VINO E COMUNICAZIONE

Il Lambrusco, vino pop dell’Emilia Romagna, parla ai giovani, tra sport e sostenibilità

Il brand del Consorzio sponsorizzerà la Energica Motor Company (MotoE), Barbara Milani (ex nazionale di sci) e Michele Ramazza (kayak estremo)

In tempo di pandemia, dove il tema della salute è predominante, insieme a quello della sostenibilità ambientale a cui è strettamente legata, ed in un epoca in cui gli eventi sportivi sono tra i pochi che, in ogni caso, vanno avanti, il mondo del wine & food guarda sempre più al mondo dello sport per raccontarsi ai consumatori. E quando sport e sostenibilità ambientale si incontrano, la quadratura del cerchi è perfetta. Anche per questo il Consorzio di tutela del Lambrusco, nuova entità che rappresenta tutte le tipologie dei Lambruschi Doc dell’Emilia Romagna, sarà sponsor della Energica Motor Company, costruttore unico della FIM Enel MotoE World Cup fino al 2022, il campionato mondiale dedicato alle modo da pista a motore elettrico, e anche di due campioni dello sci come Barbara Miani, e del kayak estremo come Michele Ramazza.
Partenership che nascono anche nel segno del territorio. Energica Motor Company, infatti, è un azienda modenese che “ha fatto di sostenibilità, eccellenza e innovazione i suoi obiettivi. Pienamente riflessi anche nella collaborazione in programma, che vedrà il nuovo logo del Consorzio Tutela Lambrusco farsi conoscere dai primi di maggio nelle gare mondiali di MotoE (no emissions), contemporanee a quelle delle MotoGP, nell’abbigliamento Paddock dello Staff Racing di Energica e del Board of Directors.
Il brand del Consorzio che, come spiega il presidente Claudio Biondi, “ha una forma che richiama il movimento brioso delle bollicine presenti in tutte le versioni di Lambrusco e ricorda un sigillo in ceralacca come quelli che chiudono le lettere e i regali più preziosi”, è da qualche giorno presente anche sul casco di Barbara Milani. Atleta della nazionale di sci per quasi 12 anni, dopo aver partecipato a oltre 50 gare di coppa del Mondo, è ora maestra, allenatrice e istruttrice. Nata e cresciuta a Pian del Falco, sull’Appennino modenese, Barbara è fondatrice e direttrice dell’associazione “In2thewhite”, impegnata a garantire “Lo sci per tutti”, ovvero anche a sciatori disabili. “Siamo lieti di dare il nostro sostegno a chi ogni giorno si impegna per favorire la pratica sportiva, soprattutto senza discriminanti o distinzioni”, precisa Biondi. Ma anche l’extreme kayaker bolognese Michele Ramazza, nella top 10 del ranking mondiale, sarà portavoce del Lambrusco nel mondo: già membro della squadra nazionale di canoa slalom junior, “ha ben presente - proprio come i produttori delle bolle rosse più famose del mondo - cosa significhi lavorare sodo per un obiettivo, immersi e nel rispetto della natura. Da anni infatti Ramazza viaggia il mondo esplorando fiumi estremi in canoa e, come maestro, si impegna a diffondere la passione per l’acqua selvaggia. Il Consorzio Tutela Lambrusco ha scelto di sponsorizzare anche la sua spettacolare attività sportiva, a cominciare dai mondiali di kayak estremo in Norvegia a fine giugno, oltre a competizioni e raduni internazionali”.
“Abbiamo deciso di supportare questi tre referenti d’eccellenza del mondo dello sport per veicolare dei valori di cui il nuovo Consorzio di tutela del Lambrusco si vuole fare portavoce - conclude Biondi - ci sentiamo vicini alle loro realtà, tutte e tre molto “frizzanti”, un po’ come il nostro Lambrusco. Ma la scelta ha anche una motivazione strategica, ovvero la possibilità di raggiungere nuovi target di riferimento, più giovani e per noi sempre più importanti”.

Copyright © 2000/2021


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2021

Altri articoli