02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
VINO E TERRITORIO

Il più bel vigneto di Marzemino? Quello di Bruno Spagnolli

Il verdetto dello storico concorso “La Vigna Eccellente. Ed è subito Isera”, dedicato ad uno dei vitigni simbolo del Trentino, reso celebre da Mozart

“Versa il vino. Eccellente marzimino ...”: così canta Don Giovanni al suo servo Leporello, nel secondo atto del “Don Giovanni” di Mozart (con il libretto composto da Lorenzo Da Ponte). Versi che hanno reso celebre il Marzemino, uno dei vitigni e vini più identitari del Trentino, che da anni celebra la bellezza e le peculiarità dei vigneti di montagna in cui questa varietà viene coltivata, con il Concorso “La Vigna Eccellente … ed è subito Isera” - organizzata dal Comune di Isera, con il supporto di Trentino Marketing ed il coordinamento della Strada del Vino e dei Sapori del Trentino.
Il vincitore 2021, secondo la giuria presieduta dal professor Attilio Scienza, docente di Viticoltura all'Università di Milano, e composta da Marco Stefanini, Duilio Porro e Bruno Mattè, tecnici della Fondazione Edmund Mach - Istituto Agrario di San Michele all’Adige, e ancora da Enzo Merz, Nereo Pederzolli, Carlo Rossi e Franco Nicolodi, è lo stesso di venti anni fa, la prima edizione del Concorso, ovvero Bruno Spagnolli, ai piedi del paese di Isera, in località Cornalè, allevato a spalliera con gestione a guyot, che, con il suo appezzamento (220.000 metri quadrati totali), ha superato tutti tra i 40 in gara.

“Tutti gli anni - ha commentato la giuria - il vigneto si presenta come una fotocopia dell’anno precedente per cui, a distanza di 20 anni, si è voluto premiare la costanza di gestione sempre impeccabile: in particolare, spicca l’omogeneità di distribuzione dei grappoli e le operazioni agronomiche eseguite in maniera certosina e al momento giusto”. “Ci vogliono tanti anni per creare un’idea e una consuetudine - ha detto il professor Attilio Scienza - e ora è giunto il momento di fare un ulteriore salto di qualità. Quanto fatto in questi venti anni ha sicuramente contribuito a far conoscere il territorio e il Marzemino in tutta Italia, grazie ad un’idea innovativa e distintiva come quella del concorso al miglior vigneto. Oggi abbiamo l’occasione di posizionare un ulteriore tassello: una “Summer School” per specializzare un gruppo selezionato di 20 giornalisti sulle tematiche inerenti all’agricoltura, in modo da rendere questo mondo sempre più comprensibile al grande pubblico. Un’altra esperienza certamente unica in Italia che concorrerebbe a farci conoscere ulteriormente fuori dai confini provinciali”.
Il premio speciale, intitolato a Francesco Graziola, è stato riconosciuto a Nereo Pederzolli, giornalista Rai che ha contribuito fattivamente a valorizzare l’immagine del territorio di Isera e del Marzemino.

Copyright © 2000/2021


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2021

Altri articoli