02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
IL LUTTO

Il vino italiano e quello dell’Alto Adige perdono uno dei suoi grandi: è morto Franz Haas

Settima generazione della cantina fondata nel 1880 e considerato il “padre” del Pinot Nero altoatesino

Il vino italiano e quello dell’Alto Adige perdono uno dei suoi grandi: se ne è andato ieri improvvisamente, per un attacco cardiaco, Franz Haas, settimana generazione alla guida della celeberrima cantina di montagna, in provincia di Bolzano, alle pendici delle Dolomiti. Dove Franz Haas, settima generazione di viticoltori alla guida della cantina, era considerato il “padre” del Pinot Nero altoatesino, vitigno con il quale la cantina, fondata nel 1880, e tramandata per tradizione familiare al primogenito, chiamato sempre con il nome di Franz, è diventata una delle piccole gemme più luminose del territorio.
Franz Haas VII, sul sito della cantina, è descritto come “indubbiamente un uomo di tradizione, ma con lo spirito dell’innovazione e della sperimentazione. Non teme le sfide, perché per lui vino è sinonimo di vita. È da più di trent’anni che vinifica il Pinot Nero, vitigno nobile capace di dare vita a vini straordinari, ma anche imprevedibile nella coltivazione e molto soggetto a malattie e sbalzi climatici. In questo lasso di tempo non ha vinificato un solo Pinot Nero per anno, ma diversi, per seguire varie tesi, varie prove di coltivazione dei diversi cloni, varie prove di vinificazione, varie prove di affinamento. Franz, da preciso quale è, ha naturalmente tenuto il conto, e ad oggi i Pinot Nero da lui vinificati sono 592. Ha scoperto come le alte quote donano alle uve caratteristiche uniche ed è alla continua ricerca di quel vino perfetto che pretende da se stesso e che non è ancora riuscito a produrre”.
Ora, la sua impresa, sarà guidata dai figli, Franz Haas VIII e Sofia, insieme alla madre Maria Luisa. “Franz Haas - si legge ancora sul sito - non è solo una cantina, non è solo un marchio. Franz Haas è un uomo, una famiglia che da sette generazioni produce vino, che da sette generazioni mette nel vino la sua filosofia di vita: la continua instancabile ricerca della perfezione. Ciascun Franz Haas con il suo tocco e il suo stile. Per ottenere vini superbi - secondo i Franz Haas - servono sì scienza e calcolo, ma sono l’amore, la passione e la determinazione che ne conferiscono carattere e profondità”. La storia di una famiglia, il sogno di un uomo, che ora sarà portato avanti dall’ottava generazione di Franz Haas.

Copyright © 2000/2022


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2022

Altri articoli