02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
NUMERI E TREND

Istat: le esportazioni dell’Italia del vino fotografano un Paese a due velocità

Nei numeri del primo trimestre 2019 le spedizioni crescono del +3,8%, ma se il Centro-Nord sorride il Sud piange (con l’eccezione della Sicilia)
CENTRO, EXPORT, ISTAT, NORD, SUD, vino, Italia
Il primo trimestre 2019 delle spedizioni enoiche italiane

Inizia bene il 2019 del vino italiano sui mercati esteri, che segna, come raccontano gli ultimi dati Istat, una crescita delle spedizioni del +3,8% nel primo trimestre dell’anno sullo stesso periodo del 2018, a quota 1,43 miliardi di euro, specchio però di un settore a due velocità, con il Centro-Nord in territorio positivo ed il Sud del Belpaese enoico che perde terreno, con l’eccezione della Sicilia. La locomotiva, come sempre, è il Veneto, con 504 milioni di quota export, in crescita del 4,7%, spinto, come è facile immaginare, dalle performance del Prosecco. Dietro, importante l’evoluzione del Piemonte, che segna un +7,8% e tocca i 232 milioni di euro di spedizioni, qualcosa in più della Toscana, il cui export enoico vale invece 220 milioni di euro, sostanzialmente stabile rispetto ai primi tre mesi del 2018 (+0,7%). Sostenuto dai vicini mercati di Germania ed Austria, il Trentino Alto Adige si conferma come quarta Regione per quota export, con 128 milioni di euro (+3,9%), davanti all’Emilia Romagna, che con 75 milioni di euro di vino spedito oltreconfine ed una crescita del +8,2% mette a segno una delle performance più ragguardevoli tra tutte le Regioni italiane, alla Lombardia, a 68,8 milioni di export enoico (+1,6%), ed all’Abruzzo, distante, con 45 milioni di euro di vino spedito (+4,1%). Come accennato all’inizio, le note dolenti arrivano dal Meridione, dove praticamente tutte le Regioni perdono quota, con la sola Sicilia, in crescita del +2,7%, a 34,3 milioni di euro, in controtendenza. A partire dalla Puglia, in calo del 4,2%, fermandosi a 36,6 milioni di euro, ma non va meglio alla Campania, giù del 4,5% a quota 11,5 milioni di euro, mentre la Sardegna perde il 2,2%, a 5,6 milioni di euro, e la Calabria addirittura il 6,4%, chiudendo a 1,17 milioni di euro.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli