02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Italia Oggi

Weekend dedicato all’enoturismo ... Tornano ad aprirsi, anche quest’anno le cantine italiane. L’appuntamento cult per gli enoturisti quest’anno coinvolge oltre mille produttori di tutte le regioni e gli organizzatori, il Movimento del turismo del vino (www.movimentoturismovino.it), non nascondono di voler superare i numeri dell’anno scorso, quando fu registrato un milione di presenze. Del resto, quello del turismo del vino è un fenomeno che sta uscendo dalla nicchia di mercato, per assumere una sua connotazione ben precisa nel panorama nazionale del settore. Come Come emerge da una recentissima indagine condotta da Winenews, il principale portale italiano sul vino, e promossa dall’associazione Go Wine, ogni enoturista è disposto a spendere fino a 150-250 euro, cui si aggiunge l’acquisto di bottiglie presso le cantine visitate. Gli enoturisti, secondo il sondaggio condotto su 8.850 enonauti, sono diventati esigenti per quanto riguarda accoglienza e servizi in cantina, ma puntano anche su territorio, cultura e arte delle zone che visitano. Tra le mete più gettonate, si confermano il Chianti, le Langhe e Montalcino, ma in questo weekend saranno prese d’assalto tutte le zone vocate della penisola. Con il boom dell’enoturismo emergono però anche i limiti dell’offerta. Sono ancora troppo diffusi l’improvvisazione, l’individualismo e l’episodicità nell’accoglienza, manca, insomma, una logica di sistema, in cui siano coinvolti tutti i soggetti della filiera, di produttori agli enti locali, dai ristoratori agli agriturismi, dalle agenzie di viaggio ai tour operatori. Manifestazioni pur encomiabili, come Cantine Aperte, rischiano di rimanere estemporanee in uno scenario che, invece, vede un pubblico sempre più vasto e interessato a visitare cantine e territori anche al di fuori di tre o quattro date canoniche nell’anno. Pur tuttavia, le delegazioni regionali del Movimento del Turismo del Vino e numerosi grandi produttori hanno organizzato una serie di eventi collaterali, di ulteriore, sicuro richiamo per gli enoturisti.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli