02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Italia Oggi

Patrimoni crescono in cantina ... Le etichette e i vigneti su cui conviene investire... Costruirsi una rendita in cantina? Visti i risultati messi a segno dai grandi rossi nelle ultime aste internazionali, vale forse la pena di tentare. La cover di dicembre di Patrimoni, magazine allegato a Milano Finanza in edicola a partire da domani, sabato 25 novembre, è dedicata proprio ai vini da investimento. Per farli propri, la strada più semplice è quella di mettersi in cantina le grandi etichette (purché d’annata), acquistandole direttamente agli incanti internazionali più prestigiosi. E proprio sotto il martello dei battitori che negli ultimi mesi un numero molto ristretto di rinomati rossi, considerati l’eccellenza della categoria, hanno fatto segnare un’impennata dei prezzi decisamente sostenuta. Tra loro spicca, per esempio, il Chateau Mouton-Rothschild, annata 1945. Durante un’asta organizzata da Sotheby’s a New York nel maggio scorso, una bottiglia ha raggiunto la cifra record di 13.010 euro, in crescita di oltre il 200% rispetto all’anno precedente. Ecco per quale motivo sta progressivamente aumentando il numero di risparmiatori che cercano di trasformare il vino in una vera e propria asset class, diversificando il proprio portafoglio investimenti attraverso una scelta tutt’altro che banale. Attenzione però. Se le possibilità di guadagno non mancano, è altrettanto evidente che per farle proprie non sono sufficienti i capitali, ma occorrono soprattutto competenze specifiche, perché l’improvvisazione non paga. Analogo discorso vale per gli ettari vitati. Si può approfittare dell’attuale stasi del mercato vitivinicolo per acquistare appezzamenti a prezzi tutto sommato convenienti (soprattutto nel Sud Italia, come hanno suggerito gli esperti interpellati da Patrimoni), ma a patto di conoscere a fondo le dinamiche necessarie per condurre un vigneto...

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli