02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Italia Oggi

Negli Autogrill niente più superalcolici ... Ulteriore batosta, seppure a fin di bene, per i produttori di superalcolici. Le autostrade italiane, al pari di quelle francesi, belghe e spagnole, si apprestano a diventare alcool free. Aderendo al progetto del governo per la sicurezza stradale rivolto ai giovani, Autogrill ha adottato il codice etico di autoregolamentazione promosso dai ministri dell’interno e delle politiche giovanili e attività sportive, nonché dalle associazioni di categoria e, dal 17 marzo scorso, ha ritirato dalla vendita nei suoi oltre 180 market autostradali ogni prodotto con gradazione superiore ai 21° di alcol in volume. “La piena adesione al codice di autoregolamentazione del governo”, spiegano in Autogrill, “s’inserisce nell’ambito di un più ampio impegno della nostra società in materia di corporate social responsibility”.
Un’eccezione è stata fatta soltanto in dieci locali di confine, dove sono stati mantenuti in vendita liquori tipici con l’obiettivo di tutelarli e valorizzarli. “Si tratta però”, precisano in Autogrill, “di prodotti che non rientrano nei consumi abituali delle fasce giovanili e che rappresentano uno strumento promozionale dell’immagine dell’Italia per i turisti in uscita”. Autogrill già nel 1998, ossia prima dell’introduzione delle normative del 2001 (legge quadro in materia di alcol e problemi correlati) e del 2003 (Modifiche e integrazioni al codice della strada), aveva varato un proprio codice di autoregolamentazione e sospeso volontariamente la somministrazione di superalcolici in autostrada nelle ore notturne, per poi escluderla nelle 24 ore dal 2003.
Ora, d’intesa con i ministeri promotori, predisporrà un piano d’iniziative volte a sensibilizzare alla sicurezza stradale le fasce più giovani. Nelle oltre 300 aree di servizio Autogrill, per esempio, è prevista, per il secondo anno consecutivo, la distribuzione gratuita alle casse degli alcol-test. Proseguirà inoltre nel piano di formazione del personale in tema di sicurezza stradale. Alla condotta del leader della ristorazione per chi viaggia si stanno allineando gli altri gestori di aree di sosta, come per esempio Chef Express del gruppo Cremonini, second player con 34 location autostradali. Dopo aver ridotto la vendita di superalcolici, sta per provvedere a eliminarla del tutto a breve.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli