02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Italia Oggi

Una crisi di identità ... Ecco due nomi nuovi per il “fu Tocai”. Tai o Friulano. E' già bagarre sulle nuove denominazioni...
A pochi giorni dalla chiusura di un Vinitaly listato a lutto per la dipartita del Tocai, costretto dalla Corte di giustizia a dire addio alla sua denominazione in favore del Tokaj magiaro, arriva in Gazzetta Ufficiale Ue il provvedimento che ne sancisce definitivamente il cambio di nome. Così, il vino prodotto in Friuli è stato ribattezzato “Friulano”. E quello veneto, invece, si chiamerà “Tai”.
Vediamo perché. Con un atto sinbolico, sabato scorso, il vicepresidente della giunta regionale veneta, Luca Zaia, ha annunciato il “decesso” del Tocai. Ne ha celebrato i funerali, “piangendo” l’omonimia fatale col nettare ungherese. E ha annunciato la rinascita del “fu Tocai”, sotto altro nome: “Tai”, appunto (in dialetto veneto “tai de vin” significa bicchiere di vino). Pochi giorni dopo, sulla Gazzetta Ue (L 95 del 5/4/2007) è stato pubblicato un nuovo regolamento della commissione (il n. 382/2007 del 4/4/2007) in cui si legge: “La denominazione “Tokaj” designa un vino di qualità prodotto in una regione determinata, originario di una regione situata lungo la frontiera tra l’Ungheria e la Slovacchia e fa parte anche delle denominazioni delle varietà di viti italiane e francesi “Tocai italico”, “Tocai friulano” e “Tokay Pinot Gris”. (...) “A partire dal 1/4/2007 queste tre denominazioni di varietà di viti saranno soppresse dall’allegato II del regolamento (Ce) n. 753/2002 e la denominazione “Tocai friulano” sarà sostituita dalla nuova denominazione “Friulano”. Va detto però che, rispetto al nome proposto dalla regione Veneto esisterebbero già quattro aziende (San Pellegrino spa, le friulane Cantine Specogna e Vigneti Pittaro, e la Pharma Zentrale gmbh) che hanno registrato la denominazione “Tai”. Fin dal 9 settembre 2005. Ciò potrebbe aprire un nuovo contenzioso. Insomma, tanti nomi, riconosciuti o meno, per un vino, che da secoli è sempre uguale a se stesso.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli