02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Italia Oggi

La Finlandia ora si crede terra del vino ... La Finlandia chiede di essere riconosciuta ufficialmente come paese produttore di vino e al contempo di poter mantenere invariati i propri aiuti all’agricoltura, ma l’Europa si oppone. Mariann Fischer Boel, commissario europeo per l’agricoltura, ha polemizzato, in maniera garbata, ma ferma, con la volontà della Finlandia di mantenere anche in futuro gli aiuti finora elargiti ai propri agricoltori. La questione è sorta perché il paese nordico ha chiesto il rinnovo di un articolo, per l’esattezza il 141, del trattato che regola la propria adesione all’Unione europea; e che prevede una serie di aiuti per sostenere il settore agricolo del sud della Finlandia.
La Fischer Boel, però, ha fatto notare che gli aiuti previsti da tale articolo erano espressamente indicati come provvisori e che ogni eventuale rinnovo spetta esclusivamente alla volontà della Commissione europea. Non senza un filo di tagliente ironia, inoltre, la commissaria Fischer Boel ha dichiarato che non ci dovrebbe essere bisogno di un rinnovo di tali aiuti e che “in fondo le cose non vanno tanto male per l’agricoltura finlandese”, riferendosi alla dichiarata volontà del paese nordico di essere riconosciuto come produttore di vino. Una richiesta piuttosto particolare per una nazione come la Finlandia, anche se, per l’Europa, sono ufficialmente produttori divino anche Svezia e Danimarca.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli