02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Italia Oggi

Grandi Cru, i premi a Verona ... Riconoscimenti alla stampa enologica... E tutto pronto, a Verona, per la serata di gaia organizzata il 4 aprile a Palazzo Giusti del Giardino dal Comitato Grandi cru d’Italia, presieduto da Pietro Antinori e che annovera i 130 più blasonati produttori di vino nazionali, che, da almeno 20 anni, sono ai vertici dell’enologia italiana con i loro vini. Fulcro della serata è il Premio Grandi cru d’Italia, giunto alla seconda edizione. Il premio è dedicato ai giornalisti italiani e internazionali, alle guide e alle riviste, che si occupano di vino e si svolge nell’ambito del Vinitaly, che apre i battenti da domani a lunedì.

Il premio è ormai divenuto il principale punto di riferimento per la grande enologia nazionale, così come avviene a Bordeaux per la serata organizzata dal Conseil de Grands cru classés.
Nel corso della serata, saranno assegnati i premi per le sei categorie in cui è suddiviso l’evento, con il criterio delle nomination tipico degli Oscar: miglior giornalista italiano dell’anno e miglior giovane giornalista italiano dell’anno; miglior giornalista non italiano dell’anno e miglior giovane giornalista non italiano; migliore testata o guida italiana e, infine, miglior testata o guida internazionale. La massima espressione, quindi, della critica, del giornalismo e dello studio del vino, non solo a livello italiano ma mondiale.

Guest speaker della serata, organizzata in onore della stampa nazionale e internazionale, sarà Hugh Johnson, il più importante wine writer del mondo, che parlerà agli ospiti della cena di gaia de “Il vino italiano nel 21° secolo”.

Quest’anno sarà assegnato anche un premio speciale alla personalità che ha contribuito in maniera continuativa all’affermazione del vino italiano sui principali mercati.
Ad allietare il palato degli ospiti, gli chef di tre ristoranti del Nord, Centro e Sud Italia, che si fregiano delle due stelle Michelin e rappresentano al meglio la qualità e la poliedricità della cucina italiana: il San Domenico di Imola, con Valentino Marcattilii; Il Luogo di Aimo e Nadia (Milano), con Airio e Nadia Moroni; Don Alfonso (Sant’Agata sui due Golfi), con Alfonso ed Ernesto Iaccarino.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli