02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Italia Oggi

Navigare non vuoi dire solo andar per mare, ma fermarsi a gustare le specialità culinarie di ogni regione e dei suoi porticcioli. Lo aveva intuito Mauro Mancini, padre storico della collana “II Tagliamare Navigare Lungocosta”, che al mangiare lungo costa ha dedicato un diario di bordo con cartine, mappe e specialità dei ristoranti dove approdare. Quel prezioso volume rivive, in vista delle vacanze alle porte, con “II Tagliamare”, edito da Class Editori (che partecipa al capitale di questo giornale) nel suo titolo originario Mangiare Lungocosta, la prima guida per esplorare il litorale attraverso le delizie proposte dai più affermati chef. Una selezione completa e accurata di tutti i migliori ristoranti a portata di approdo del litorale italiano e di confine, dalla Costa Azzurra fino all’Istria.

Il volume non è semplicemente una guida ai ristoranti, ma anche alle osterie, agriturismi, ristoranti d’albergo ed enoteche con cucina. Ogni locale è descritto con particolare attenzione, dai dati anagrafici agli orari di apertura, al numero di coperti, ma anche al prezzo medio, all’ambiente e al tipo di cucina. Non mancano, infine, indicazioni relative ai piatti tipici e commenti sui prodotti della tradizione regionale, sui dolci e sui vini locali.
Gian Arturo Rota, che ha curato l’edizione rivisitata con oltre 650 ristoranti, osterie e locande a portata di approdo, ha ripercorso la via di Mancini ripescando l’80% dei suoi approdi e aggiungendo nuove mete fra cui quei ristoranti dei porticcioli della Costa Azzurra che i diportisti e gli armatori considerano ormai geografia italiana, oltreché prolungamento naturale della Riviera ligure e dei suoi sapori.
La Case, così vengono chiamati i ristoranti, sono elencate in ordine geografico, per tratti di costa e distribuite lungo le località costiere propriamente dette, conosciute e no . Manca la mondana Portofino ma non le grandi città marittime quando la distanza dal punto d’approdo è ragionevole, l’entroterra. Non compaiono punteggi, né classifiche: “Le Case sono valide a prescindere”, dice Rota.

Prioritaria, nel volume, la finalità di servizio, non di critica in senso stretto. Per questo, per ogni Casa, oltre alle informazioni sui costi e i luoghi sono indicati anche i nomi dei responsabili di cucina e di sala, la descrizione dell’ambiente e talvolta la dicitura dialettica del piatto. Per seguire l’intuizione pratica di Mauro Mancini l’editore ha lasciato spazio per gli appunti di bordo e i commenti, di approvazione e disapprovazione, di ristoranti scelti che ogni diportista può riportare e inviare a “II Tagliamare”, via mail (tagliamare@class.it), via fax (02-58219726), per posta (II Tagliamare, via Burigozzo 5, 20122 Milano).

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli