02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Italia Oggi

Aiuti, potere decentrato ... Vince il decentramento nella gestione delle domande di aiuto per la riconversione dei vigneti e per l’arricchimento dei vini. Presentazione, controlli e procedure delle richieste di aiuto dei viticoltori saranno infatti di competenza, rispettivamente, delle regioni e degli uffici periferici dell’ispettoratocentrale per il controllo della qualità degli alimenti. A stabilirlo sono due circolari dell’Agea, la n. 39 del 4 dicembre 2008 e la n. 41 del 5 dicembre 2008. Riconversione dei vigneti. L’operatività delle misure comunitarie e delle disposizioni del decreto ministeriale è devoluta all’ente territoriale che, oltre ad adattare alla propria realtà i parametri di riferimento per l’erogazione degli aiuti, può aggiungere e modificare anche la documentazione e le informazioni del fascicolo aziendale. Ovviamente tali documenti saranno parte integrante della domanda di aiuto e in quanto tali, se non presentati, ne determineranno l’irricevibilità. Beneficiario del sostegno potrà essere solo chi coltiva uva da vino, ovvero, chi detiene diritti di reimpianto in corso di validità o la cui procedura di rilascio è già in itinere. In quest’ultimo caso, per ottenere l’aiuto è necessario che l’esito positivo della procedura preceda l’erogazione dell’aiuto. Il termine ultimo di presentazione è il 15gennaio 2009. Operazioni di arricchimento. Per ottenere l’aiuto per addizionare il mosto al vino occorre curare la documentazione che attesta la regolarità e trasparenza delle operazioni di arricchimento del prodotto. Innanzitutto la dichiarazione preventiva attraverso cui si ottiene l’autorizzazione all’uso dei mosti concentrati e rettificati, poi quella di fabbricazione dei mosti di uva che servono a certificare la provenienza di questi da zone viticole. Infine, l’attestato di controllo delle operazioni che deve riportare l’esito positivo delle analisi e delle verifiche effettuate, da spedire non oltre il 1° marzo 2009. La domanda deve pervenire nei 20 giorni che seguono l’ultima operazione di arricchimento.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Pubblicato su

Altri articoli