02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Italia Oggi

Potatura soft e lunga vita per la vite ... Corsi ad hoc... Da sempre è una delle operazioni più difficili di chi lavora la vigna: sono solo i vignaioli più esperti a potare le viti, ciascuno con una sua formula segreta ma sempre produttiva, tramandata di generazione in generazione, con l’esperienza. Oggi anche questo passaggio del lavoro in campagna si evolve, grazie alla ricerca di due agronomi “preparatori d’uva”. Dopo una sperimentazione durata oltre vent’anni, i friulani Marco Simonit e Pierpaolo Sirch hanno recuperato un antico sistema di potature, che previene le malattie del legno e allunga il cielo di vitti della pianta per almeno 50 anni. Il metodo di “potatura soffice” è già oggi applicato in aziende di primissimo livello come Gaja, Ferrari e Bellavista. Simonit e Sirch hanno deciso di aprire una scuola di potatura, la prima in Italia: inizierà a Castelnuovo Berardenga (Siena), con lezioni dal 3 al 5 febbraio nel Centro studi Enzo Moranti e, dal 19 al 21 febbraio, a Pollenzo presso l’università degli studi di Scienze gastronomiche. I corsi si articolano in due fasi: 20 ore in inverno, che iniziano con la parte teorica tenuta dal professor Attilio Scienza e da Marco Simonit, per proseguire con la parte pratica in vigna per gli interventi sul legno in fase di potatura. Altre 8 ore in primavera, per la gestione del verde.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli