02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Italia Oggi

Zonin per la Milano da bere ... La casa vinicola lancia un nuovo bianco, il Brera... La famiglia dei vini d’alta qualità delle tenute di proprietà degli Zonin accoglie un nuovo cru: Brera, con il quale il gruppo vitivinicolo veneto e, in particolare, Francesco Zonin, vicepresidente dell’azienda, intende rendere omaggio a Milano, capitale della moda e del design e città in grado di esportare il suo lifestyle. “Di questa città ho solo ricordi positivi”, dichiara a ItaliaOggi Zonin, “dei tempi dei miei studi universitari. Di qui la decisione di dedicarle un vitigno d’eccellenza del suo territorio: il riesling renano dell’Oltrepò pavese, di realizzare un vino leggermente aromatico, di gusto femminile e leggero come chiede il consumatore urbano d’oggi, e presentarlo in un’occasione diversa rispetto al classico appuntamento primaverile con le novità vinicole italiane. Negli ultimi mesi l’abbiamo proposto in alcuni locali d’eccellenza di Milano, come vino d’aperitivo o da accompagnare al pesce o al sushi e, nei primi giorni di questa settimana, l’abbiamo portato a Luxury White, la nuova sezione
del salone White, dedicato alle ultime tendenze della moda”.

La produzione 2008 di Brera è stata di 6 mila bottiglie che verranno proposte esclusivamente al canale horeca, così come i vini d’alta gamma delle altre 10 tenute in 7 regioni italiane di proprietà della famiglia Zonin.

Da un punto di vista strategico, il gruppo vinicolo, che ha chiuso il 2008 con un fatturato di 85 milioni di euro, punta a equilibrare il contributo alla formazione del giro d’affari fra i vini commercializzati a marchio Zonin e quelli delle tenute (oggi il rapporto è
grossomodo 55-45 a valore, a fronte di circa 7 milioni di bottiglie di vini d’alta gamma sui 25 milioni complessivi). Equilibrio che il gruppo vitivinicolo Veneto persegue anche in ambito commerciale. “Nel medio periodo”, anticipa Zonin,”intendiamo portare l’export a pesare quanto le vendite sul mercato interno, mentre oggi siamo a un 47% di fatturato realizzato sui mercati internazionali”. Mercati sui quali l’azienda si presenta con tutto il suo portafoglio prodotti, pur consapevole del diverso potenziale di export di ogni tenuta.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli