02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Italia Oggi

Solo tappi a fungo per il Gasparossa ... Il Lambrusco di Gasparossa di Castelvetro doc diventa anche spumante, estende alla tipologia lambrusco il 15% dei vitigni facoltativi, dovrà ora avere specifiche condizioni per la designazione dei vini e potrà essere commercializzata solo se confezionata con il tappo a fungo ancorato a gabbietta. Ecco, in sintesi, le nuove prescrizioni del disciplinare di produzione della Doc Emiliana dopo le modifiche approvate la settimana scorsa dal Comitato Nazionale Vini. E “Lambrusco Gasparossa di Castelvetro” potrà perciò essere rosso spumante o rosé spumante, avere una produzione massima di uva per ettaro pari a 18 ton. e una gradazione minima naturale di 9,50% in vol. Per quanto riguarda le operazioni di preparazione del vino spumante e frizzante (presa di spuma, stabilizzazione, dolcificazione, nonché le operazioni di imbottigliamento e di confezionamento) devono essere effettuate nel territorio della provincia di Modena. Tuttavia, restano valide le autorizzazioni in deroga a vinificare, elaborare, imbottigliare, nell’immediata vicinanza dell’area di produzione fino ad oggi rilasciate dal mipaaf. Inoltre, nella elaborazione dei vini frizzanti e spumanti della doc, la dolcificazione può essere effettuata con mosti d’uva, mosti d’uva concentrati, mosti d’uva parzialmente fermentati e vini dolci, purché provenienti da uve di vigneti iscritti all’albo atte alla produzione dei vini a Doc “Lambrusco Grasparossa di Castelvetro” prodotti nella zona di produzione delimitata. I vini nella tipologia spumante e frizzante, devono essere ottenuti: ricorrendo esclusivamente alla pratica della fermentazione, rifermentazione naturale in bottiglia o in autoclave, secondo quanto previsto dalle norme comunitarie e nazionali; arricchendoli con l’aggiunta dello sciroppo zuccherino, mentre l’aggiunta dello sciroppo di dosaggio nella preparazione dei vini spumanti sono consentite nel rispetto della normativa comunitaria. Infine, la resa massima dell’uva in vino spumante finito non dev’essere superiore al 70% da intendersi al netto della presa di spuma.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli